Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Mostra dell'Arte e della Civiltà Etrusca

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Aprile - Giugno 1955, Milano, Palazzo Reale

Silvana
Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
€ 22,00
Quantità

presentazione di Caio Mario Cattabeni, introduzione di Massimo Pallottino.
pp. XXIII-170, CXII tavv. b/n f.t., Milano
data stampa: 1955
codice isbn: 900000004361

Dall'introduzione di Massimo Pallottino:
“Portare la intellettualità moderna direttamente in contatto con il mondo delle forme e delle idee degli antichi Etruschi, rispondendo per quanto è possibile alla nobile curiosità di conoscenza che studiosi, critici, artisti e, più largamente, tutti gli uomini di cultura dei nostri tempi dimostrano, con crescente ansia, per i c misteri,. - meglio diremo problemi - di quel popolo affascinante nella cui esperienza profondono le radici la storia e la civiltà d'Italia: ecco, in sintesi, il programma di questa Mostra.
Essa fu concepita e posta in atto, così come appare oggi in Milano, attraverso una lunga elaborazione, superando difficoltà scientifiche e materiali di eccezionale gravità, per il concorde entusiasmo di studiosi specialisti (in primo luogo dei membri del Comitato Permanente, che ha operato anche e soprattutto per la fervida attività del suo segretario e del suo tesoriere) e delle autorità preposte alla conservazione dei tesori d'arte, in Italia e fuori d'Italia, sotto il vigile impulso del nostro Ministero della Pubblica Istruzione.
Non può dimenticarsi che alla preparazione remota dell'ambiziosa idea di una rassegna dell'arte etrusca, organicamente rievocata in tutte le sue fasi di sviluppo, in tutte le sue manifestazioni espressive, in tutta la varietà delle sue esperienze tecniche, hanno contribuito precedenti iniziative parziali, degne di rilievo, come le esposizioni di pittura e di scultura etrusca presentate a Firenze rispettivamente nel 1951 e nel 1952; nonchè mostre di cimeli spostati in conseguenza di eventi bellici, tra i quali figuravano opere figurate etrusche, cosi in Italia come all'estero; e soprattutto la fervida attività di studio e di restauro che accompagnava ed accompagna le imprese di riordinamento delle grandi collezioni pubbliche. Ma anche i risultati di scoperte recenti e recentissime e, più generalmente, il progresso delle ricerche critiche sul gusto e sulla civiltà degli Etruschi hanno acuito negli ultimi tempi il desiderio di riassumere, in forma di immediata documentazione visiva, i più significanti aspetti del patrimonio di opere d'arte in nostro possesso e la somma delle cognizioni storiche attualmente raggiunte.
La entusiastica e generosa sollecitazione del Kunsthaus di Zurigo, divenuto per il fervore del suo conservatore René Wehrli uno dei massimi centri mondiali di rassegne d'arte, portò a concretare il programma della Mostra nella sua prima edizione zurighese, presentata al pubblico svizzero ed europeo nei primi mesi di quest'anno, con eccezionale risonanza di interesse e favore di critica.[…]”

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.