Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

La Civiltà Etrusca


Garzanti
Disponibile in copia unica
€ 25,00
Quantità

premessa dell'autore, traduzione dal tedesco di Gianni Pilone-Colombo
pp. 424, nn. ill. b/n, Milano
data stampa: 1977
codice isbn: 7717

Non furono i Greci e i Romani antichi a scrivere il primo capitolo nella storia dell'Occidente, bensì gli Etruschi: lo documenta in questo appassionante libro l'autore di La Bibbia aveva ragione. Werner Keller per dieci anni ha seguito sistematicamente le loro tracce, esaminando le fonti più accreditate, visitando i luoghi, studiando documenti e reperti di scavi. Il risultato è una massa di fatti sinora ignoti e di particolari sorprendenti, destinati a capovolgere tutte le nostre idee sul quadro storico consueto.
Una civiltà autonoma, viva e affascinante quanto enigmatica, fiorisce nel cuore d'Italia, dal Lazio al Po, nel primo millennio a.C. Gli Etruschi costruiscono le prime grandi città con templi e ville, con mura fortificate, ponti e strade, creano un'industria con miniere e officine, drenano e irrigano, erigono dighe e scavano tunnel e canali, scongiurando le inondazioni del Po, commerciano con i popoli a nord delle Alpi. Re etruschi e non Romolo fondano Roma, le danno la sua struttura urbana, ne organizzano i costumi e le usanze sacre. Roma diventa repubblica, secondo il modello di molte città tirrene grazie all'opera del tarquinio Collatino e del lucumone Porsenna. Il tempio di Giove Capitolino, la casa ad atrio, i littori, l'ordinamento per centurie sono imposizioni etrusche.
Perché all'inizio della nostra era è scomparsa la civiltà che tanto aveva influenzato Roma e la Magna Grecia? Gli Etruschi furono più volte sterminati. Prigionieri, nonostante ogni progresso, delle loro credenze magiche e degli aruspici, la loro età dell'oro decadde sotto i colpi di Roma che, all'apogeo del potere - per ragioni di prestigio che erano ragioni di vita -, volle sottolineare l'originalità della propria civiltà cancellando ogni impronta della civiltà etrusca. Scomparvero, così, i promotori dello sviluppo e della evoluzione culturale dei popoli italici, i veri artefici della futura ascesa dell'Occidente. Ma le tracce della loro influenza, come dimostra Werner Keller, non sono mai sparite del tutto.

Werner Keller, nato in Germania nel 1909, studiò a Berlino, Rostock, Jena, Zurigo. Già collaboratore del Berliner Tageblatt, si è specializzato in pubblicazioni di carattere scientifico divulgativo. Il suo libro più noto, Und die Bibel hat doch Recht (La Bibbia aveva ragione, 1963), è stato un successo internazionale (tradotto in ventidue lingue). Altre sue opere: Ost minus West = null (1960); Und wurden zerstreut unter alle Volker (1966); Denn sie entzundeten das Licht: Geschichte der Etrusker ('La civiltà etrusca, 1971).

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.