Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


La Carboneria

La Costituzione del Regno delle Due Sicilie (1820)

Ar
€ 9,00
Quantità

a cura di Francesco Ingravalle.
Padova
data stampa: 2011
codice isbn: 978888951582

Intorno al 1818, Filippo Buonarroti (1761-1839) - già tra i promotori della Cospirazione degli Uguali di Gracchus Babeuf (1797) nella Francia della repubblica "termidoriana" - trasformò la società segreta dell'Adelfia (a carattere anti-bonapartista) nella Società dei Sublimi Maestri Perfetti. Alla gerarchia di funzioni della prima subentrò nella seconda una gerarchia di gradi di tipo massonico. Sconosciuti a tutti, i supremi dirigenti impiegavano i membri della setta entro un quadro tattico di cui questi ultimi non potevano avere alcuna conoscenza. A modo suo, Filippo Buonarroti condivideva infatti l'idea del "Vecchio Oligarca" (o Pseudo-Senofonte) della Costituzione degli Ateniesi: "mala bestia è il dèmos". Esso va assoggettato a un regime di eguaglianza edificato da una minoranza illuminata: la minoranza di soggetti rivoluzionari.

Nel 1818 Buonarroti riuscì a federare la Carboneria ai Sublimi Maestri Perfetti. Se nei primi due gradi l'ordinamento politico rivendicato per la società del tempo era ispirato a un modello costituzionalistico, nel terzo grado lo scopo finale perseguito si rivelava essere la legge agraria e l'abolizione della proprietà privata. Il costituzionalismo era strumentale: doveva servire a scardinare l'antica società per ceti, già squassata dallo sviluppo economico e dal 'progresso' politico del Terzo stato nella maggior parte d'Europa, e ad aprire la strada a un modello di comunismo gerarchico. La Costituzione del 1820 rappresentò una delle più efficaci articolazioni tattiche ispirate dalla strategia del Buonarroti: in grado di suscitare attrattiva presso l'inquieto Terzo stato di una parte dell'Europa, e di sviluppare quella dinamica politica che si disegnerà nelle prime affermazioni teoriche di carattere comunista.

Indice:

Tra l'oro e il mercurio

LA CARBONERIA

Decreto emanato dalle Coni di Spagna prima del ritorno di Ferdinando VII (1815)

Costituzione del Regno delle Due Sicilie (1820)

Adozione della Costituzione spagnola nel Regno delle Due Sicilie (1820)

Atto di ratifica della Costituzione spagnola (7 luglio 1820)

Adozione della Costituzione spagnola nel Regno di Sardegna (1821)

Proclama dell'Armata costituzionale di Roma per l'adozione della Costituzione spagnola (1 febbraio 1821)

Indice dei nomi

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.