Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Prospettive di Storia Etrusca


€ 26,00
Quantità

pp. 224, Como
data stampa: 1995
codice isbn: 3092

Si raccolgono qui gli scritti minori di Marta Sordi dedicati alla storia dei rapporti tra l'Etruria e Roma e comparsi in varie sedi nell'ultimo trentennio (per l'esattezza dal 1964).

Questa silloge presuppone naturalmente le tre monografie che la Sordi ha riservato al medesimo ambito di ricerche: I rapporti romano-ceriti e le origini della civitas sine suffragio, Roma 1960 studiavano il trentennio postgallico nella duplice prospettiva della politica estera (Roma tra Siracusa e l'Etruria) e del diritto (la formulazione di un nuovo istituto, appunto la civitas sine suffragio, per regolare in senso onorifico taluni rapporti internazionali); Roma e i Sanniti nel IV secolo a.C., Bologna 1969, poneva radicalmente il problema cronologico nella ricostruzione della storia di Roma arcaica e ne discendeva una rilettura delle guerre sannitiche profondamente diversa da quella appena offerta da E. T. Salmon nel volume 'conservatore' su Samnium and the Samnites, Cambridge 1967; Il mito troiano e l'eredità etrusca di Roma, Milano 1989, ha inteso offrire una sintesi di tutti gli elementi e le componenti etrusche confluite a fecondare la civiltà romana e capaci di integrarsi in essa.

La silloge qui presentata, pur nella varietà degli argomenti trattati, privilegia, a nostro avviso, due altri poli d'interesse: l'espansione etrusca nella pianura Padana e i rapporti coi Celti (la Sordi è una decisa negatrice della cosiddetta prima invasione celtica del VI secolo, pur riconoscendo infiltrazioni celtiche già da quell'epoca) e il ruolo dell'Etruria nell'età della rivoluzione romana, dalla guerra sociale e dalla lotta per la conquista della cittadinanza fino alla guerra di Perugia.

Risulta chiaro da quanto osservato che la Sordi non si è mai rivolta allo studio dell'Etruria come entità in sè conchiusa, ma ha sempre mirato a spiegare nodi fondamentali della storia di Roma repubblicana attraverso il rapporto con l'Etruria: allora l'Etruria è certamente calata in quella prospettiva di storia italica già individuata dal Wilamowitz e ora cara al Pallottino, ma al suo interno riveste un ruolo assolutamente privilegiato per la crescita stessa di Roma e per la formazione di talune caratteristiche essenziali (la concezione della storia, il sentimento religioso del legame tra una comunità e gli dei, il mito delle proprie origini) della romanità.

Questa prospettiva, perseguita con lucida intransigenza, può esporsi all'obiezione di 'panetruschismo' e quindi anche di sottovalutazione degli apporti greci alla civiltà dell'Urbe: sono note, per fare due esempi, le differenti vedute del Momigliano sulla provenienza del mito di Enea oppure dello Sherwin-White sull'origine della civitas sine suffragio. Di là dalle diverse 'opzioni', che si offrono agli studiosi, resta l'indubbia originalità e la forte coerenza interna di una visione dei rapporti romano-etruschi, quale asse portante della storia romano-ltalica. Di conseguenza ci sembra particolarmente utile che, grazie alla cortese sensibilità del prof. Emilio Gabba, si possa offrire in questa collana l'opportunità di leggere tutti insieme contributi sparsi e frammentari per sede e destinazione, ma saldamente uniti per un medesimo disegno ideale.

Indice:

Presentazione (L. Aigner Foresti – G. Zecchini)
dana
I. Etruschi e Celti nella pianura padana: analisi delle fonti antiche

II. Il problema storico della presenza etrusca nell’Italia settentrionale

III. Il monumento di Porsenna a Chiusi e un errore di traduzione del Filarete

V. Un frammento delle Historiae Tuscae e la struttura architettonica del monumento di Porsenna a Chiusi

VI. La leggenda di Arunte Chiusino e la prima invasione gallica in Italia

VII. Tarquinia e Roma

VIII. Recensione a M. Humbert, Municipium et civitas sine suffragio

IX. Virgilio e la storia romana del IV sec. a.C.

X. Laris felsnas e la resistenza di Casilino

XI. La legislazione di Druso e l’opposizione degli etruschi

XII. Il lampo sismico del 91 a.C. e la denunzia dei cavalieri contro Druso

XIII. La fuga di Mario nell’88 e gli etruschi d’Africa

XIV. Silla e lo ‘Ius Pomerii profendi

XV. Ottaviano e l’Etruria nel 44 a.C.

XVI. La guerra di Perugia e la fonte del L.V dei Bella Civilia di Appiano

XVII. La donna etrusca

XVIII. L’idea di crisi e di rinnovamento nella concezione romano-etrusca della storia

XIX. Storiografia e cultura etrusca nell’impero romano

XX. Augustinus, De Civ. Dei, V,23 e i tentativi di restaurazione pagana durante l’invasione gotica del V secolo

Indice dei nomi

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.