Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

India

Dalla civiltà dell'Indo fino all'inizio del dominio inglese

Feltrinelli
Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 16,00
Quantità

introduzione degli autori, traduzione dagli originali in lingua inglese e tedesca di Maria Attardo Magrini.
pp. 384, Milano
data stampa: 1968
codice isbn: 900000004251

“L’India, è bene ricordarlo, dal 1947 è qualcosa di più e qualcosa di meno di quello che era in precedenza: di più, perché ha riacquistato la sua indipendenza, di meno perché si è divisa in due Stati: l'Unione Indiana e il Pakistan. In questo volume parlando dell'India intendiamo il subcontinente indiano, che era chiamato India Britannica (dalla potenza coloniale che la teneva sotto il suo dominio). La denominazione di Indie Orientali risale all'errore di Colombo, il quale credette che il continente da lui scoperto fosse l'India; di qui il nome di Indiani (Amerindiani) per gli indigeni d'America, e il nome di Indie Occidentali per le isole dei Caraibi. Il nome India non è stato dato alla penisola delle popolazioni autoctone (gli antichi Indiani chiamavano il paese Jambudvipa, il continente dell'albero della melarosa). Il nome India deriva dal fiume Indo (in indiano Sindhu); i Persiani sostituirono la s iniziale con una h, che nella lingua dei Greci della Jonia, secondo le leggi fonetiche, venne ad elidersi.
Prima di volgerci all'esame della storia dell'India, sarà opportuno delimitare l'ambito del nostro lavoro. Cominciamo dunque con una descrizione dei caratteri geografici del paese.
L'India è un subcontinente della massa territoriale asiatica, come del resto lo è l'Europa. A grandi linee, presenta la figura di un triangolo isoscele con la base in alto; i due lati uguali sono bagnati dall'Oceano Indiano. La costa occidentale (costa del Konkan e del Malabar) presenta nella parte settentrionale la notevole sporgenza della penisola di Kathiawar (Saurāṣṭra): la costa orientale (che nella sua parte meridionale prende il nome di costa del Coromandel) si estende con alcune insenature minori fino al Bengala, a settentrione, mentre a sud è affiancata dall'isola di Ceylon. Nella parte superiore, lungo la base del triangolo isoscele, si innalzano le più alte montagne della terra: questo formidabile baluardo naturale chiude la penisola indiana verso settentrione. Ma attraverso i valichi delle catene nordoccidentali (passo di Khaibar, passo di Bolan ecc.) era tuttavia possibile penetrare nelle ricche vallate dell'India peninsulare, anche con le limitate possibilità dell'èra precristiana. Questi valichi hanno visto scendere attraverso i millenni dall'Asia centrale e dall'Asia anteriore sempre nuovi conquistatori stranieri, che sceglievano la via faticosa ma breve delle aspre giogaie dell'Hindu Kush per scendere[…]”

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.