• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Massoneria e Illuminismo

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


nell'Europa del Settecento

Marsilio
Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
€ 50,00
€ 47,50 Risparmia 5%
inserto iconografico a cura di Nanda Torcellan.
pp. 532, copia con alcuni segni a matita, 44 tavv. b/n f.t., Venezia
data stampa: 1994
codice isbn: 978883176081

Il ricco e composito mosaico attraverso il quale Giuseppe Giarrizzo ci restituisce il ritratto della massoneria settecentesca mette radicalmente in discussione un'idea consolidata, quella che identifica l'ideologia massonica, spiritualista e mistica, con l' anti - illuminismo, indicendola come la fonte occulta del romanticismo. A questa tesi, Giarrizzo contrappone, forte dei risultati di un'indagine di vastissimo respiro, una rappresentazione del Settecento europeo in cui la massoneria e i Lumi vengono considerati e descritti come i prodotti della medesima società, come parti integranti della stessa cultura.
Sorta in Scozia alla fine del Cinquecento, la massoneria prese forma in Gran Bretagna durante il XVII secolo, per trovare poi nel Settecento la grande epoca nella storia secolare dell'Istituto. Nella loggia, che costituisce lo spazio ideale dell' affratellamento, l'adepto compie la sua ascesa graduale verso la conoscenza di segreti e l'acquisizione di poteri cui essa dà accesso. Giarrizzo mostra come nell'Europa occidentale si sviluppi una gnosi, mentre si afferma la tendenza a trasformare la massoneria in una chiesa invisibile e a definire una gerarchia di gradi e un apparato che la mutano progressivamente in una società segreta, dotata di obiettivi al contempo politici, religiosi e culturali. Illuminismo e anti-illuminismo convivono nel microcosmo delle logge, con densità e dialettica analoghe a quelle che percorrono la società della seconda metà del Settecento, attivando processi e consumando esperienze.
Per Giarrizzo, le ragioni della crescita e le conflittualità interne dell'istituto massonico diventano però le cause della sua dissoluzione e disarticolazione successive. Le voci varie e discordi, che avevano trovato ricetto sotto l'ombrello massonico, alla vigilia della Rivoluzione francese non riescono più a fare concerto. La Rivoluzione in Francia e in Europa, dunque, per un verso avrà l'effetto di radicalizzare la forma della società segreta, mentre per l'altro la renderà un'istituzione superata. Così l'Ottocento vedrà la massoneria, ormai diffusa soprattutto nell'altra sponda dell'Atlantico, impegnata nell'opera di costruzione di una nuova identità storica, che utilizzerà soltanto parzialmente il lascito settecentesco.

Giuseppe Giarrizzo, ordinario di storia moderna nell'Università di Catania, ha privilegiato nelle sue ricerche la storia culturale e intellettuale del Settecento europeo: Edward Gibbon e la cultura europea del '700 (1954), David Hume politico e storico (1962), Vico. Dalla politica alla storia (1974), Cultura ed economia nella Sicilia del '700 (1992). Per Marsilio ha pubblicato Mezzogiorno senza meridionalismo (1992).

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.