Ricerca avanzata

La Logica del Confine

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Per un’antropologia dello spazio nel mondo romano

Carocci
€ 22,00
introduzione dell'autore.
pp. 212, Roma
data stampa: 2015
codice isbn: 978884307219

Il confine, qualunque esso sia, rappresenta il simbolo delle relazioni che una comunità stabilisce al suo interno e con lo spazio circostante; costruire un confine significa separare, ma anche creare, inventare un luogo e dotarlo di regole proprie; esso costituisce, se così si può dire, l’atto di fondazione di una cultura. Per rendere sicuri e inviolabili i loro confini i Romani hanno scelto la via della “sacralizzazione” o addirittura della “divinizzazione”. In questo modo essi hanno tentato di sottrarre, almeno idealmente, i confini all’eventualità della rimozione, della revocabilità o della negazione a cui sono, per loro natura, esposte tutte le creazioni umane. Per questo le morti sul o per il confine non possono che essere paradigmatiche e ammonitrici. Dalle storie che le raccontano, infatti, si dipartono fili che attraversano e legano tra loro alcuni nodi fondamentali della cultura romana, quali il rapporto con gli dèi, la costruzione dello spazio, il valore performativo dell’immagine, la nascita della legge, le regole del potere; nodi che permettono di cogliere nella loro complessità non solo il significato di questi racconti, ma anche le ragioni di quella sorta di “ossessione” per i confini che costituisce senza dubbio uno dei caratteri più originali dell’antropologia romana.

Indice:

Introduzione
Parte prima
Terminus
1. Un “dio oggetto”
Turno, la Dira e il macigno/Immobile saxum/Tra Saturno e Giove
2. Il culto
I Terminalia/Terminus, indice e icona/Confini e passaggi/Requisiti di un terminus/Il sacrificio come processo di animazione
3. Attraversamenti e divinita della soglia
Soglie/Terminus e Marte/Dei custodi della cultura
4. Antropologia del confine
Breve excursus arandologico/Firma stabiliaque cuncta/Confini e giuramenti/Terminus e Giove
5. Qui terminum exarasset...
Sacer esto/Terminus e Fides/A proposito del confine tra religione e politica a Roma/La profezia vegoica e la morte di Turno
Parte seconda
Delimitare e punire
6. Storia di un delitto e delle sue interpretazioni
Gli acerba fata del popolo romano/Il bello dei miti: interpretazioni di interpretazioni/Ricostruzioni moderne/L’ipotesi Wiseman
7. Un sacrificio di fondazione alle origini della città?
Il “sacrificio di fondazione” nella letteratura etnografica/Talismani e reliquie/I “sacrifici di fondazione” nel mondo antico/Il mito come “mascheramento”?
8. La posta in gioco
Sic deinde, quicumque alius transiliet moenia mea/La contesa augurale e la scelta del luogo/L’inauguratio e la delimitazione del pomerium/La natura del sulcus primigenius e il “primo comandamento” della citta romulea/Una morte necessaria/Da interdizione religiosa a norma giuridica/Sancire morte o abrogare impunitate
9. Ipotesi sulla natura sacrale del sulcus primigenius
I termini invisibili. Remo homo sacer?/Sanctus = inauguratus?/Sanctitas delle mura e ius delle porte/Il potere del cerchio
Conclusioni. Il confine al centro
Riferimenti bibliografici
Indice dei nomi


  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.