Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Disumanità della Religione


Massari Editore
€ 12,00
Quantità

a cura di Andrea Babini, introduzione di Federico Battistutta, traduzione di Andrea Babini.
pp. 192, ill. b/n, Bolsena (VT)
data stampa: 2016
codice isbn: 978884570300

In queste pagine vediamo emergere in maniera netta il conflitto tra religio e religione. Per Vaneigem, con il termine «religione» si intende quel complesso di istituzioni, gerarchie, credenze, riti, scritti e dogmi, sorto come esito indiretto della rivoluzione neolitica in cui l'uomo, addomesticando animali e piante, alla fine ha addomesticato se stesso, divenendo sedentario, cittadino, produttore e infine consumatore.
È all'interno di questa divisione del lavoro che sorge il ruolo degli specialisti del sacro, di mediatori tra l'umano e il divino, tra la vita e la morte, proprio delle caste sacerdotali, che trovarono ben presto la loro collocazione sociale nel sostenere il potere costituito, giustificando e benedicendo lo sfruttamento in atto. Per questo Vaneigem afferma che la religione vedrà la sua fine solo con la scomparsa di un mondo che riduce l'uomo al lavoro, che lo strappa al destino di potersi creare, ricreando il mondo. Occorre, secondo l'Autore, rintracciare fin dentro le pieghe delle coscienze e dei vissuti individuali quei tratti morbosi che inducono all'assenza di vita, alla rinuncia, al sacrificio, alla colpevolezza e alla mortificazione per proiettarsi nel cielo degli dei e delle idee. (dall'introduzione di Federico Battistutta)

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.