Umanesimo Tardoantico

L'Ultimo dei romani e la consolazione della saggezza

Vecchiarelli
€ 20,00
Quantità

pp. 160, Manziana (Roma)
data stampa: 2012
codice isbn: 978888247324

Dal capitolo "Boezio nell'Alto Medioevo":
"L'opera di Boezio ha esercitato per molti secoli un fascino straordinario sui lettori medievali, sia come elemento insostituibile di una nuova elaborazione culturale, sia come documento, come riflesso di una grandezza umana, di un'ideale di nobiltà e di coraggio, condiviso, da chi leggeva, sempre con un'indiscutibile commozione. Anche le reazioni più polemiche non mancano mai di un timoroso rispetto, che va ben al di là della semplice venerazione medievale per l'auctoritas.
Eppure egli è un autore per tanti versi apparentemente estraneo rispetto alla cultura medievale: il monaco che trascorre il tempo pregando e meditando sulla Bibbia come può interessarsi a un laico, che trascorre la vita leggendo filosofi pagani, a cominciare da Platone e Aristotele ed al momento della morte si rivolge alla Filosofia e non a Cristo? Nello stesso tempo va ricordato che Boezio è stato autore di opere teologiche, che sono state utilizzate spesso da teologi medievali. Si tratta, cioè, di un autore "bifronte" come Giano, che per questa ragione poneva problemi perfino ai suoi stessi critici, incapaci di rifiutarlo del tutto, anche quando provavano imbarazzo per certe sue teorie.
Per comprendere il problema nella sua complessità bisogna senza dubbio leggere i commenti a Boezio, in particolare alla Consolatio e alle Opere teologiche; e bisogna leggere e interpretare le dichiarazioni esplicite di autori medievali che si sono occupati di questi testi. È questa la via seguita da grandi studiosi del Novecento, tra i quali spicca il nome di Pierre Courcelle, secondo il quale nel Medioevo ci sarebbero state forti polemiche intorno a Boezio tra gli ortodossi, sospettosi delle teorie poco cristiane del filosofo e gli eterodossi, pericolosamente favorevoli alle teorie pagane nascoste nella Consolatio. Le testimonianze in merito sono spesso contraddittorie e sconcertanti, così com'è sconcertante a volte la mancanza di edizioni critiche affidabili dei principali commenti. Per questo motivo gli studiosi sono giunti a volte a conclusioni di segno opposto e l'enigma del favore di Boezio nel Medioevo non è stato risolto, così come del resto non si può dire del tutto risolto l'enigma rappresentato da Boezio stesso, definito non a caso degli studiosi in due modi apparentemente opposti: l'Ultimo dei Romani e il Primo degli Scolastici."

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.