• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Il «Risus Paschalis»

e il fondamento teologico del piacere sessuale

Queriniana
€ 13,00
€ 12,35 Risparmia 5%
Quantità

presentazione di Alfonso M. di Nola, premessa dell'autrice.
pp. 160, 4 tavv. b/n f.t., Brescia
data stampa: 2004
codice isbn: 978883990954

Vi sono degli usi rituali del Nord Europa che prevedevano come, durante la liturgia pasquale, il sacerdote suscitasse l’ilarità dei fedeli fischiando, giocando, danzando, dicendo e facendo vere e proprie sconcezze sull'altare. Lo si chiamava risus paschalis. Compiendo una rigorosa analisi antropologico-religiosa, l’autrice dimostra che quegli usi – forse per noi sconcertanti, ma storicamente documentati – sono il segno di un apprezzamento non solo della corporeità umana in generale, ma addirittura del piacere sessuale e della sua dimensione teologica.

Nei paesi di lingua tedesca, per molti e molti secoli, durante la messa di pasqua il sacerdote faceva ridere i fedeli dicendo e facendo vere e proprie sconcezze sull'altare. Questo ridere era detto risus paschalis. Di fronte ad un fenomeno come questo, i cui elementi costitutivi erano del più vivo interesse sia per un'analisi antropologica che, soprattutto, per un'analisi teologica, l'autrice si è posta una domanda: è possibile che il risus paschalis fosse segno di una realtà sacra? Segno rimasto a livello popolare, contraffatto, segnato dai condizionamenti culturali e dalla fragilità umana. Ma sempre segno di una realtà vera che, non trovando spazio all'interno della chiesa "colta", nella chiesa della dottrina e della gerarchia, permaneva così, quasi sotterraneo, nel popolo di Dio: come una possente radice che riesce a spezzare la coltre d'asfalto che la ricopre, fino a farne uscire il germoglio vivo e vitale. E questa realtà sacra è il fondamento teologico del piacere, soprattutto del piacere sessuale.
L'autrice, attraverso una rigorosa analisi, dimostra che il godimento sessuale donato all'uomo si radica in ciò che lo costituisce nel profondo, nel suo essere creatura relazionale, nel suo entrare totalmente in comunione con l'altro che è quanto di più vasto e profondo sia dato a creature limitate dalla fisicità. E il godimento di Dio, o meglio, il godimento che Dio è, sgorga dalla profondità divina della sua essenza trinitaria. Lungi dall'offuscare in lui l'immagine di un Dio trascendente, la corporeità dell'uomo che nel piacere sessuale raggiunge la sua massima espressione, permette all'uomo nella sua pienezza di attingere qualcosa dell'insondabile realtà trinitaria. Ecco, allora, il fondamento teologico del piacere sessuale. E di questo, il risus paschalis risulta essere il segno, per chi ne sappia cogliere la realtà profonda andando oltre l'indubbio sconcerto che suscita il mero epifenomeno. Le fragorose, crasse risate che riempivano le chiese della Germania barocca durante la messa di pasqua, hanno quindi un senso e un significato che raggiungono le profondità stesse dell'uomo fatto ad immagine di Dio.

Maria Caterina Jacobelli nata a Roma nel 1928, è coniugata. Dopo essersi laureata in antropologia culturale presso l'Università La Sapienza di Roma, ha intrapreso gli studi di teologia morale (fra l’altro sotto la guida di Bernhard Häring), conseguendo il dottorato presso l’Accademia Alfonsiana, incorporata alla Pontificia Università Lateranense di Roma. Collabora con numerose riviste teologiche ed è membro dell'Associazione dei teologi italiani e dell'Associazione dei teologi moralisti italiani. Attualmente vive e lavora a Roma.
Fra le sue pubblicazioni: Sacerdozio, donna, celibato. Alcune considerazioni antropologiche, Borla, Roma 1981; La regola per le "Sorores de poenitentia" nel codice 71 della Biblioteca comunale di Cortona, Accademia Etrusca, Cortona 1990; Una donna senza volto. Lineamenti antropologico-culturali della santità di Margherita da Cortona, Borla, Roma 1992; Il risus paschalis e il fondamento teologico del piacere sessuale, Queriniana, Brescia 1990, 20044; Onestà verso Maria, Queriniana, Brescia 1996; Una domenica dopo l’altra, Diabasis, Reggio Emilia 2008.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.