Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Sapienza Figurata

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x

con 234 incisioni tratte da: Stultifera Navis di S. Brant (1457-1521), Emblemata di P. Maccio (sec. XVI-XVII), Stampe Popolari di G. M. Mitelli (1634-1718)

€ 26,00
Quantità

seconda edizione.
pp. 20, 234 tavv. b/n f.t.,
data stampa: 1967
codice isbn: 7822

"Al fondo Disegni e Stampe di «Monumenta Bergomensia» è pervenuto dapprima in deposito, indi in donazione - un singolare codice miscellaneo figurato (MB 7.7), fatica senza talento ma non senza merito di un ignoto compilatore del primo '700, quasi certamente bergamasco.
Consta di due sezioni ben distinte. La prima contiene 56 cartoncini biancavorio, non numerati, di ampio formato (mm. 400 X 600, con poche e lievi varianti), cuciti a quaderni. La seconda (evidentemente, un inserto autonomo, tardivo) comprende 75 fogli più leggeri, di formato molto minore, avvolti in cartoncino verdecenere. Le due parti sono collocate entro rustica custodia di cartone pesto flessibile, rivestito all'esterno di carta variegata a macchie marrone, con angoli e costola in pelle. Sul piatto della coperta campeggia, diligentemente alloggiato a mo' d'intarsio e incollato, un fastoso medaglione (vedilo, lievemente sfrondato ai margini, sulla nostra copertina), col lemma: Pulchra tamen.
Il quale emblema fu estratto da un libro raro e prezioso, che l'alta dottrina e il tenero amore del cardinal CELESTINO SFONDRATI (1644-1696) dedicò in difesa e in lode della immacolata concezione della Madre di Gesù. Il lemma: ... e nondimeno bella, ha significazione ben chiara nell'opera del grande e amabile benedettino milanese: come la Ninfea, pur radicandosi nella palude sordida e melmosa, sboccia nel cielo splendidamente intaminata e bella, così la Vergine Maria, pur generata dalla carne malata e peccatrice di Adamo, trascende gli stagni impuri del peccato, mirabilmente immacolata e bella. Poichè il nostro codice antologico MB 7.7 è dedicato alla Sapienza, come qui appresso si dirà, certamente il raccoglitore trasferì alla Sapienza la significazione mariana della Ninfea - forse si ricordava che, con passaggio inverso, la pietà liturgica e popolare aveva applicato a Maria ciò ·che nella Bibbia è detto della Sapienza? - volendo significarci che di tra le onde pesanti e limacciose. delle angosce e delle nequizie umane, sorge come naiade divina la Sapienza immortale e pura.
Sulla facciata interna della coperta una mano di robusta grafia segnò il titolo: Grani di sapienza, e, poco sotto, in carattere più minuto: Scintillarum liber, come dire: scagliette di luce, atomi. di stelle, gocce di saggezza. L'editore moderno s'accontenta, e il lettore moderno s'accontenti del titolo meno fantasioso di Sapienza figurata, anch'esso classico, del resto, caro a quella vastissima produzione gnomico-grafica che amò «raffigurare» le regole della saggezza traducendole e commentandole col segno sensibile della figura, o volgere le figure a significare le regole della saggezza.[…]"

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.