• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Le Passioni Economiche nella Grecia Antica


Sellerio
€ 12,91
€ 12,26 Risparmia 5%
Quantità

introduzione dell'autore.
pp. 144, Palermo
data stampa: 1991
codice isbn: 978883890718

Le passioni economiche nella Grecia antica analizza l'etica economica nell'antichità classica, ovverossia la forma di razionalità economica propria di quella cultura e il modo in cui, quella forma di vita, rappresentava a se stessa i rapporti etico-sociali nel corso della transazione economica. Impulso a questo lavoro è un vizio di interpretazione da correggere: quello di considerare non-razionali le forme e le abitudini economiche diverse dalle nostre, sulla base soltanto della traduzione meccanica dall'altra cultura alla nostra di terminologie. La terminologia economica, infatti, la conoscenza del documento storico verbale, è importante per una storia dei comportamenti economici e delle loro regole; ma essa può provocare - e in effetti provoca - fraintendimenti quando la traduzione del lessico diventa rimaneggiamento di parole, vive entro un universo culturale, nei nostri concetti: «Cosa vuol dire ad esempio che un melanesiano è generoso, ovverossia che accumula per distribuire? Per distribuire? o dare? o donare? o che altro? Ed è pure generoso l'atto del dare, se è compiuto da due membri qualsiasi della comunità?». Per comprendere veramente un'etica economica e la sua razionalità, è necessario comprendere una visione del mondo, la quale è illuminata, non dalla meccanica traduzione, ma dalla comprensione del lessico nel suo uso proprio. Per la Grecia antica, una guida preziosa si trova in un elenco aristotelico dei termini etico-economici e del loro significato d'uso. Ed Aristotele e il suo catalogo, in questo studio di storia dell'etica sociale di una cultura non più viva, gioca il ruolo che, per gli antropologi sul campo, hanno gli « informatori indigeni ». E Aristotele guida a una storia delle passioni economiche di cui può tentarsi una conclusione: «Mentre nelle società primitive l'etica economica resta ingabbiata entro rapporti predeterminati e necessari, e nell'occidente contemporaneo si presenta invece come completamente affidata alla soggettività degli individui, nell'antica Grecia si assiste, alla luce del vocabolario, al graduale passaggio dall'una all'altra forma di etica, la seconda delle quali non smette mai tuttavia di convivere con la prima ed anzi non viene nemmeno concepita come etica economica».

Andrea Cozzo (Palermo, 1958) studia letteratura e storia greca con un interesse specifico alla vita economica e sociale. Ha pubblicato Kerdos. Semantica, ideologie e società nella Grecia antica (Roma, 1988).

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.