Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Storia Sociale dell'Arte

1. Preistoria Antichità Medioevo Rinascimento Manierismo Barocco - 2. Rococò Neoclassicismo Romanticismo Arte Moderna e Contemporanea

Einaudi
Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 26,00
Quantità

2 volumi indivisibili, traduzione di Anna Bovero
vol. 1 pp. 538; vol. 2 pp. 506; nn. tavv. b/n f.t., Torino
data stampa: 1983
codice isbn: 900000005146

Questa Storia sociale dell'arte è, piu che una trattazione analitica, un'indagine per età e problemi, che cerca di chiarire e fissare le linee direttrici di epoche, movimenti, personalità. Essa prende l'avvio dall'esigenza di una visione storica dell'arte, dove storicità significa riportare l'arte al suo tempo, e non solo allo stile di un'epoca. Con altrettanta attenzione l'autore segue la letteratura, vista come la forma di cultura che di certe epoche meglio rivela le tendenze. E per l'arte stessa, accanto allo studio delle opere e degli stili, Hauser indaga la situazione sociale degli artisti, la loro funzione nel quadro della società.

Il primo volume si apre con l'analisi dei nessi tra arte paleolitica, magia e naturalismo, fra arte neolitica, animismo e geometrismo e affronta le civiltà urbane dell'antico oriente: Egitto, Mesopotamia, Creta, alla ricerca degli elementi statici e dinamici di quelle culture. L'indagine si sposta quindi sull'antichità classica e l'arte greca, sullo spiritualismo dell'arte paleocristiana, sull'arte dei Germani come espressione del mondo contadino, l'arte romanica e la tendenza al tipico, l'arte gotica e la tendenza all'individuale. Hauser affronta quindi il Rinascimento nella sua essenza di epoca borghese, razionale e positiva, contraddistinto dalla dialettica fra realismo e idealismo, e si sofferma sul manierismo e la crisi della civiltà europea. Conclude il volume l'analisi del Barocco, delle corti cattoliche, della borghesia protestante e del nuovo equilibrio europeo nel Seicento.

Il secondo volume si apre con la fine dell'era aulica nella Francia del rococò, della Reggenza e di Luigi XV (che vede il progressivo affermarsi della borghesia in tutti i campi della vita sociale e culturale). Esso affronta quindi l'Inghilterra dei primi periodici letterari, del primo moderno pubblico di lettori: l'Inghilterra che è insieme centro dell'Illuminismo e di fermenti irrazionali. E di qui si sposta verso la Germania di Lessing e dello Sturm und Drang, di Herder e di Goethe. Con la Rivoluzione e l'Impero, la Francia riacquista centralità e su essa ritorna Hauser affrontando il paradosso storico che fa di uno stile aristocratico come il neoclassicismo lo stile della rivoluzione borghese. Con l'analisi dell'epoca romantica Hauser riconsidera l'Europa nel suo complesso: dal declino del Grand siècle alla Restaurazione e al primo liberalismo, dall'elegia aristocratica di Watteau alla romantica passione di Delacroix e Constable, egli delinea il processo attraverso cui è giunta a maturazione la moderna società borghese. Hauser ne individua la linea di sviluppo nel contrasto fra razionalismo e romanticismo, nella ricorrente antitesi fra realismo e idealismo, impegno ed evasione. Accanto ai grandi temi, come l'impressionismo e il naturalismo, Hauser analizza il giornalismo e il romanzo d'appendice, il romanzo sociale in Inghilterra e in Russia, lo sviluppo della tecnica teatrale, l'Opera, la poesia decadente e simbolista, il dadaismo, il surrealismo. L'arte contemporanea è posta all'insegna del cinema, considerato come l'autentica espressione artistica del Novecento.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.