Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Le Contraddizione del Rinascimento


La Nuova Italia
Disponibile in copia unica
€ 14,00
Quantità

prima edizione, premessa dell'autore.
pp. 158, Firenze
data stampa: 1968
codice isbn: 5952

Questo volume nasce da un' esplorazione su aspetti della nostra letteratura e civiltà del Rinascimento intorno ad alcuni punti che sono apparsi particolarmente sensibili; non vuole arrivare a definizioni generali, ma si pro pone soltanto di richiamare l'attenzione su alcuni momenti del vivo fermentare della nostra letteratura e spiritualità del Cinquecento, e, valendosi degli strumenti che si sono offerti lungo il cammino, collegare, attraverso un esame puntuale, il Rinascimento a sviluppi posteriori. È un lavoro di assaggio e di chiarimenti; né in esso faccio deliberatamente alcun accenno ai problemi e alle discussioni suscitati dal manierismo, che à fatto nascere una selva d'interpretazioni e definizioni protese in direzioni diverse, di estensione talora troppo ampia, talora ristretta, e spesso discordi, le quali è sforzo infruttuoso tentare di ordinare su un terreno comune. Da questa selva selvaggia si ritrae l'orrore dei termini generali e delle contorsioni a cui gli schemi obbligano con una ginnastica improvvida che porta a concetti pseudostorici. Chi si vuoi render conto della legittimità di questo sacro orrore legga le pagine dense e traboccanti di note e di dottrina di E. Raimondi, Per la nozione di manierismo negli « Atti del Convegno internazionale su Manierismo, Barocco, Rococò: concetti e termini» Roma, 1962 (ora ripubblicato in E. Raimondi, Rinascimento inquieto, Palermo, Manfredi, 1965).

La mia ricerca vuoi procedere dal basso attraverso l'analisi di fatti accertati uno a uno e collegamenti tratti dal seno di essi; il titolo di questo volume indica che suo oggetto sono, in un vario processo di divenire, fermenti concreti e ben individuabili che si agitano nel Rinascimento; e intendo il termine Rinascimento, che non è certo immune dal diventare anch'esso fonte di costruzioni artificiose, nel senso piano e corrente di civiltà spirituale e letteraria che tra il Quattrocento e Cinquecento si profila per molteplici impulsi con una fisionomia propria rispetto al Medio Evo: nient'altro. È superfluo dire che concetti, orientamenti e definizioni si sviluppano necessariamente anche qui, ma, se non m'inganno, essi sgorgano spontaneamente dalle cose considerate; oppure poggiano su miei studi precedenti; e, a questo proposito, chiedo perdono se ò fatto troppo spesso riferimenti espliciti ad essi, ma mi è parso necessario per gli indispensabili chiarimenti e per l'organicità della ricerca e delle conclusioni: come la mia Storia dell'antica poesia (Firenze, La Nuova Italia, 1961P) partiva dai risultati dei miei studi sul Duecento, su Dante, sul Boccaccio e sul Poliziano, così questo volume non può prescindere dai miei studi su Guicciardini e Machiavelli del '39 e '41 e dalle mie interpretazioni del Petrarca e della poesia de! Tre e Quattrocento e dell'Ariosto sviluppate nella Storia dell'antica poesia, a cui questo volume si collega direttamente.

Indice:

Premessa

I. Fermenti e impulsi del Rinascimento
II. Il Sannazaro e la duplicità dell'anima rinascimentale
III. La duplicità del Rinascimento nel Machiavelli e nell' Ariosto
IV. La letterarietà
V. Gli ideali morali
VI. La discordia del Rinascimento
VII. La crisi degli spiriti
VIII. La nuova sensibilità e il nuovo stile: Gaspara Stampa
IX. La nuova sensibilità e il nuovo stile: Michelangelo
X. Rinascimento e modernità

Indice dei nomi

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.