Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Il Teatro di Nagīb Mahfūz

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Introduzione e traduzione dei testi

€ 27,00
Quantità

pp. 220, Napoli
data stampa: 1994
codice isbn: 400000000010

Nagīb Mahfūz, il primo autore arabo a vincere il Nobel della letteratura nel 1988, è noto soprattutto come narratore e come tale ha suscitato l'interesse degli studiosi, ancor prima di vincere il premio. Poca attenzione è stata invece rivolta alla sua attività teatrale che se nel complesso è meno importante della sua opera narrativa, non per questo manca di spunti interessanti che qui cercheremo di mettere in evidenza.

Ad avvicinare Nagīb Mahfūz al teatro è stata certamente la sua versatilità, ma anche le varie cariche assunte tra il 1960 e il 1968 nella Fondazione per il Cinema che lo hanno posto al centro delle discussioni letterarie del suo paese e naturalmente della sua produzione cinematografica e teatrale.

L'interesse per il cinema sembra nascere intorno agli anni 40, quando come sceneggiatore collaborò con il regista Salah Abu Sayf. Oltre trenta sono stati i films tratti dai suoi romanzi e novelle. Al teatro si avvicinò più tardi nel 1958 con un adattamento di Zuqāq al-midaqq ("Il vicolo del mortaio"), recitato al Teatro Libero del Cairo. Seguirono altre rappresentazioni, spesso, tratte dalle sue opere di maggiore successo... [...]

Come è noto il teatro è un genere nuovo nella letteratura araba e a parte gli sporadici e mal documentati tentativi medievali, appartiene all'epoca moderna, assieme al romanzo, in arabo riwāyah, termine che fu usato anche per le prime opere teatrali, generalmente osteggiate negli ambienti conservatori, soprattutto per ragioni morali, ma anche i pericoli che i nuovi generi portavano alla letteratura tradizionale.

Questo teatro delle origini da collocarsi tra l'Ottocento e l'inizio del Novecento necessariamente interessava soltanto un'élite culturale, spesso di formazione occidentale, il teatro era insomma un genere nuovo che doveva fare i conti con la tradizione che nel caso del teatro poco o nulla poteva opporre. Emblematico è il caso di Mārūn an-Naqqāsh (1817-1855) che rappresentò un adattamento dell"'Avaro" di Molière nella propria casa a Beirut.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.