Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Lineare B

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


L'Enigma della scrittura micenea

Einaudi
Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
€ 22,00
Quantità

traduzione di Mauro Lucentini.
pp. 242, ill. b/n, Torino
data stampa: 1959
codice isbn: 8772

Nell'ottavo capitolo di Civiltà sepolte, Ceram racconta le scoperte dell'archeologo inglese Sir Arthur Evans a Creta: il regno di Minosse, le scene dei sacrifici, i simboli del toro. Ma l'origine e la fine del ricco e misterioso popolo di Creta costituivano ancora, quando Ceram scrisse il suo libro, «il problema insoluto di tutti gli archeologi e di tutti gli scienziati che si interessano di storia antica».
Fu Michael Ventris, un architetto inglese, archeologo dilettante, che nel 1936, ancora ragazzo, aveva assistito a una conferenza di Evans sulle misteriose tavolette cretesi, a risolvere l'enigma. Lo studio della scrittura Lineare B (quella che appariva di gran lunga la più comune nel palazzo minoico di Cnosso) divenne il suo hobby, una sfida alle ombre che avvolgevano un lontanissimo periodo della storia greca.
Quando Ventris (che doveva perire tragicamente poco tempo dopo la sua scoperta) propose la soluzione del problema, gli specialisti di tutto il mondo, che per mezzo secolo si erano arrovellati invano intorno alla questione, dovettero dichiararsi battuti da un «profano». La scrittura delle misteriose tavolette, che secondo il parere dei più illustri archeologi non poteva essere greco, fu decifrata da Ventris con un paziente lavoro d'erudizione sorretto da una prodigiosa capacità intuitiva e si rivelò una forma molto arcaica di greco, scritto con una grafia sillabica che gli Achei avevano probabilmente adattata da una precedente scrittura lineare minoica. In seguito a questa scoperta Ventris si rivolse a uno studioso di dialetti greci, John,Chadwick, professore all'Università di Cambridge, e dalla loro collaborazione prese forma un antico dialetto della lingua greca.
Una tale scoperta ha avuto riflessi di importanza capitale per la conoscenza della civiltà greca. Uno studioso poté affermare: «Ventris ha finalmente scostato il sipario di ferro che tagliava l'archeologia greca in due metà del tutto distinte: un'età del bronzo, micenea ma virtualmente pre-greca, e un'età del ferro greca. Ora sappiamo che esse formavano un'unità». Alle spalle di Omero, insomma, venivano scoperti sette secoli di civiltà prima sconosciuti.

John Chadwick è nato nel 1920 e ha studiato a Cambridge, dove si è addottorato. Ha preso parte alla seconda guerra mondiale come ufficiale di marina. Ha lavorato per qualche tempo nella redazione dell'Oxford Latin Dictionary, e dal 1952 insegna materie classiche all'Università di Cambridge. Allo stesso anno risale la sua collaborazione con Michael Ventris per la decifrazione della Lineare B, decifrazione i cui perfezionamenti e sviluppi si sono fondati in non piccola parte sulla sua profonda conoscenza degli antichi dialetti greci. Con Ventris è coautore dei Documents in Mycenaean Greek, editi nel 1956.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.