• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


In Excelsis

I valichi del cielo

€ 60,00
€ 57,00 Risparmia 5%
Quantità

a cura di Anna K. Valerio e Curzio Vivarelli.
pp. 250, 237 illustrazioni a colori, Padova
data stampa: 2011
codice isbn: 978888951580

Il divorzio che più ci angustia e ci strazia è quello tra l'arte e la sapienza, o, che è lo stesso, tra l'arte e la bellezza, tra l'arte e l'altezza, la grandezza di pensiero, visione, portamento. Pensate alle orride colate di plastica fusa, ai ritagli di giornale appiccicati in ripugnanti e sensazionali collage, pensate all'"estetica del brutto" (c'è forse formula più turpe e infausta?), al capriccio quasi continuo che trova ospitalità nelle gallerie d'arte contemporanee, mete turistiche, ormai: volgari, promiscue, infelici, sterili, perverse. Un'arte che non è arte, che è artificiale, artificiosa, che ti consola, indulgente, complice, ruffiana, "dammi due caramelline se mi vuoi nel salotto sopra il divano Fendi ... ", ma ti lascia là, piccino e (di)sgraziato come prima, che ti solleva dal disamore per la tua bassezza ma non ti eleva più verso le mete sublimi della ventura umana. Si è partiti dall'orinatoio di Duchamp per arrivare alle scatole di zuppa pronta di Warhol e non si è ancora trovato il coraggio di trarre la conseguenza necessaria di finirla, questa storia: un bel pozzo nero in cui far colare piano tutti i colori e i sapori della tavolozza.

Qui, lettore fortunato, troverai invece l'arte dell'arte. L arte. Punto. La nobiltà, la grandezza, la virtù, lo splendore, l'armonia, il divino, se lo saprai intuire. Nikolaj K. Roerich, in fuga dal tempo nel suo viaggio verso le cime del mondo, l'Himalaya, è artista vero, è vero sapiente, non ha smarrito la via della bellezza, la Via. Qui non c'è nemmeno il rischio di non cogliere ciò che fa dell'arte arte, come con le geometrie di un Kazimir Malevic che solo una profonda competenza tecnica ti permette di riportare alla Grecia arcaica, alle linee schematiche, germinali, della prima e più aumana pittura vascolare ellenica. Qui basta guardare. Basta tacere e guardare. Fermarsi e guardare. Dimenticare l'estetica del brutto e guardare. Lasciarsi scivolare via l'angustia, le contrazioni dell'anima, il fango e il loto. E guardare. Contemplare. Ci sono gli astrattisti, i futuristi, i dadaisti, l'arte pop, il decostruttivismo, la transavanguardia ... Ebbene, ora, con Roerich, aggiungeteci i miracolosi.

Nikolaj K. Roerich (1874-1947) passò la vita a sedurre le Muse. Una dopo l'altra gli si concessero: fu scrittore, anzi, poeta, pittore meraviglioso, scenografo per Stravinsky, archeologo. Dalla Russia ellenica e bizantina, in rosso blu e oro, mosse verso l'America e poi, infine, ascese al Tibet, cercando "i sacri segni". La sua erranza non fu mai un vagabondare ma un assiduo e tenace puntare "i sacri segni". Le ceneri del grande artista sono sparse là, sull'Himalaya, tra i valichi del cielo.

Indice:

237 illustrazioni a colori su carta patinata lucida

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.