Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

I Wandervögel: Una Generazione Perduta

Immagini di un movimento giovanile nella Germania prenazista

€ 16,00
Quantità

prefazione di Oliviero Toscani, foto di Julius Gross dal 1913 al 1933, traduzione di Enrico Fletzer e Leda Spiller.
pp. 140, interamente e riccamente ill. b/n, Roma
data stampa: 1999
codice isbn: 978887202012

I Wandervögel: una generazione perduta è il primo libro della nuova collana Paesi, parole, nella quale vengono presentati libri di diversa provenienza e di diverso genere, sempre con un taglio molto originale. Il Wandervögel (uccello migratore) fu un movimento naturalista nato a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Il nome si ispira alla migrazione degli uccelli (Vögelwanderung), cara ai fondatori del movimento in virtù del loro amore per l'andare errando; ma nel nome c'è anche l'eco delle migrazioni indoeuropee verso l'Europa, tema particolarmente caro ai tedeschi dell'epoca. L'importanza dei Wandervögel è legata alla loro modernità. Con loro si diffonde la cultura del corpo "libero" (testimoniata in questo libro dalle numerose foto di nudo), il turismo di gruppo (furono i primi a organizzare ostelli e campeggi), il gusto per i raduni musicali, per la danza spontanea o ispirata alle tradizioni popolari, per i bivacchi nei boschi, all'insegna del rifiuto della civiltà industriale.
Herman Hesse, Isadora Duncan, Franz Kafka e Carl Gustav Jung erano Wandervögel.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.