Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Il Senso della Storia Greca

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Rusconi
€ 15,00
Quantità

pp. 213, Milano
data stampa: 1979
codice isbn: 5595

Molto si è scritto, negli ultimi centocinquant'anni, sulla storia della Grecia, ma spesso sovrapponendo ad essa dei criteri interpretativi che le sono estranei e che non consentono di coglierne il senso autentico. Noi ci portiamo sulle spalle tre grosse eredità degli ultimi due secoli: la rivoluzione francese, con i suoi ideali libertari ed egualitari; la politica delle nazionalità; le utopie della postrivoluzione industriale, con le conseguenti lotte di classe. Questi grandi fatti ci hanno spinto sovente a dimenticare tempi in cui le situazioni erano molto diverse e, per quanto riguarda l'antichità e il Medioevo, la prevalente importanza che ebbe, in quel volgere di millenni, la religione rispetto all'economia e agli stessi problemi politici istituzionali. Levi abbraccia la storia greca dell'età arcaica sino a tutto il secolo V a.C., e in modo particolare la vicenda ateniese: storia che, a parer suo, non è storia di nazionalità né di classi, né storia dove l'economia abbia un rilievo socio-antropologico importante. Essenziale, nella vicenda millenaria di quella civiltà, fu invece il fattore religioso dal quale il potere traeva legittimità e plausibilità: la «presenza degli dèi e degli eroi» vi fu determinante. In questo senso la società greca fu in primo luogo una comunità di credenti diretta da una oligarchia o da una autocrazia monarchica, anche quando si presentò sotto le mentite spoglie di una pseudodemocrazia assembleare.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.