• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


La Nascita della Coscienza


€ 27,00
€ 25,65 Risparmia 5%
Quantità

pp. 308, ill. b/n, Roma
data stampa: 2011
codice isbn: 978883401597

Fin dalle origini della teoria psicoanalitica, la concezione dell'inconscio si intreccia con quella della coscienza, ma privilegiando essenzialmente l'elaborazione dei processi inconsci. Freud stesso dedicò alla coscienza uno degli scritti della metapsicologia, che però decise di non lasciarci. L'autore inquadra nelle attuali conoscenze neuropsicologiche le teorie della coscienza, e ne propone un modello psicoanalitico a partire dalle conclusioni teoriche presentate in "Struttura dell'oggetto e della rappresentazione" e in "Psicoanalisi e neuroscienze". La coscienza emerge progressivamente da quattro linee maturative. L'interazione madre-bambino studiata dalla Infant Research chiarisce come la madre inauguri subito la regolazione necessaria al formarsi equilibrato dei primi stati di coscienza. Questo sviluppo si raccorda con quello primario psicoanalitico identificatorio, e dall'intreccio di queste due linee maturative emergono quelle dell'attaccamento e della mentalizzazione. Questo intero sviluppo confluisce nel linguaggio, rimanendo poi a fondamento della capacità del terapeuta di riorganizzare in modo innovativo la coscienza del paziente. Il modello presenta fondamentali analogie con le ipotesi freudiane sulla coscienza, e propone anche alcune spiegazioni delle difficoltà che possono aver spinto Freud a rinunciare al suo scritto metapsicologico, ma che presumibilmente hanno anche fatto da guida alla sua successiva teorizzazione della seconda topica.

Indice:

Introduzione

1. La coscienza nella psicoanalisi e in Freud

1.1. La coscienza nelle neuroscienze e in psicoanalisi

1.2. Il problema dell'interfaccia tra neuroscienze e psicoanalisi


1.3. La perdita del lavoro metapsicologico sulla coscienza


1.4. Le indecisioni di Freud sulla collocazione della coscienza


1.5. Le diverse notazioni freudiane del sistema percezione-coscienza


2. La coscienza nelle neuroscienze cognitive

2.1. L'architettura cerebrale corticale e sottocorticale


2.2. Il sistema delle vie verticali e orizzontali

2.3. Le funzioni di attivazione del tronco

2.4. La regolazione affettiva limbica

2.5. Le diverse organizzazioni della memoria

2.6. Processi temporali e integrativi della coscienza


2.7. Volontà e coscienza

2.8. La coscienza "distribuita" e il problema dei correlati neuronali 


2.9. Qualia, agenzie cognitive e computazionali


2.10. La "chiusura cognitiva" della mente verso la coscienza

3. Il modello di sviluppo s-o e la dinamica P-I


3.1. Un modello cerebrale per l'interazione soggetto-oggetto


3.2. Da una rete elementare allo sviluppo metamerico cerebrale


3.3. Lo sviluppo rappresentazionale del reticolo cerebrale


3.4. La preorganizzazione fetale della dinamica oscillatoria 


3.5. La funzione proiettiva-introiettiva dell'oscillazione


3.6. L'influenza materna sull'integrazione dell' oscillazione P-I


3.7. Le classi dinamiche proiettive e introiettive

4. Il vincolo 's-o' e la struttura della coscienza


4.1. La coscienza emergente da una rete sensomotoria


4.2. La coscienza primaria della zecca


4.3. Il vincolo 's-o' e l'origine dei qualia

4.4. Il legame fenomenologico 's-o' e la struttura aperta della coscienza


4.5. Prime proprietà dell'elaborazione congiunta 's-o'


4.6. Proprietà dell'elaborazione omologa 'sn-s'


4.7. Gli stati di coscienza fenomenici parziali o assenti

4.8. Funzione riflessiva della coscienza e natura intenzionale dei qualia

4.9. Bipartizione rappresentazionale della coscienza

5. Struttura temporale-gerarchica della coscienza

5.1. Un esempio di ordinamento temporale sensomotorio


5.2. L'anticipazione intenzionale della volontà cosciente in Libet

5.3. La percezione intuitiva degli stati intenzionali inconsci


5.4. L'apprendimento musicale procedurale


5.5. La gerarchizzazione frontale e la funzione bioniana a


5.6. Il concetto di riempimento-svuotamento di uno stato di coscienza


5.7. Metafore artistiche del lavoro terapeutico

6. Inconscio psicoanalitico e procedurale

6.1. La funzione dell'attenzione in Freud e nel modello s-o


6.2. Distinzione in Freud tra atto psichico e rappresentazione


6.3. Caratteristiche della memoria implicita/procedurale


6.4. L'inconscio classico prodotto dalla rimozione


6.5. L'inconscio delle elaborazioni 's'e lo sviluppo primario


6.6. L'inconscio neurologico delle elaborazioni 'o'

6.7. Le principali distinzioni conscio-inconscio


6.8. La struttura del preconscio


6.9. Le due censure conscio-preconscio e preconscio-inconscio in Freud


6.10. Le memorie procedurali e la regolazione gerarchica dell'inconscio


6.11. La struttura rappresentazionale della coscienza

6.12. L'accesso frontale privilegiato nei processi creativi

7. Lo scongelamento della coscienza e l'interazione madre-bambino

7.1. Sviluppi della psicoanalisi, della Infant Research e dell' attaccamento


7.2. Stabilità-instabilità evolutiva e scongelamento della coscienza

7.3. Riorganizzazione del binding e progressioni maturative


7.4. Disturbi della regolazione e influenza materna sulla dinamica P-I

7.5. Come la madre modifica gli stati di coscienza del bambino


7.6. La codificazione procedurale primaria


7.7. La funzione di autoregolazione della dinamica endogena s-o

7.8. La negoziazione P-I e la regolazione dell'eccitamento in Freud

7.9. La reciproca regolazione dei livelli di tensione nella dinamica P-I

7.10. L'efficacia della modulazione materna in Stern


7.11. La regolazione frontale inibitoria del trauma


7.12. La disregolazione dei riempimenti-svuotamenti fenomenici

7.13. L'influenza materna sui riempimenti-svuotamenti primari


7.14. L'esempio di un paziente di Bromberg


7.15. La struttura sottocorticale-corticale della rimozione in Freud

7.16. Processi dissociativi e rimozione

8. La maturazione cerebrale della coscienza

8.1. La difficile interpretazione dello sviluppo primario


8.2. Le forme autistiche dell'integrazione iniziale


8.3. Le caratteristiche fusionali di origine relazionale

8.4. Precursori P° e I°, memoria procedurale e sviluppo della mente

8.5. La riorganizzazione del binding nell' allattamento


8.6. Due differenti dinamiche patogene nei disturbi alimentari


8.7. L'origine mentale della difesa anoressica

8.8. La precoce regolazione frontale di tipo intenzionale

9. Sviluppo psicoanalitico e attaccamento

9.1. Il binding somato-sensoriale nello sviluppo sessuale psicoanalitico


9.2. Concezione pulsionale e relazionale, e influenza introiettiva materna


9.3. Lo sviluppo primario psicoanalitico come derivato introiettivo


9.4. Il processo di individuazione-separazione nell'integrazione corticale


9.5. Dinamica sensomotoria e modelli di attaccamento


9.6. L'accoppiamento delle dinamiche P-I madre-bambino


9.7. Le progressioni maturative comuni della regolazione sensomotoria

10. Contingenza interpersonale, coscienza, stati diadici


10.1. La progressione iniziale della maturazione cerebrale


10.2. La "contingenza interpersonale" e la differenziazione percezione-rappresentazione

10.3. Significati della contingenza


10.4. Dinamica P-I e stati diadici di coscienza


10.5. La donazione della coscienza e la regolazione della contingenza

11. La struttura dissociativa della coscienza


11.1. La frantumazione dell'Io in Freud

11.2. La dissociazione e la struttura multipla del reticolo cerebrale

11.3. Il modello edelmaniano e lo sviluppo dei reticoli secondari

11.4. Lo spostamento in Freud e le proprietà regolative dei rientri

11.5. La modificazione intenzionale degli effetti introiettivi materni

11.6. Le trasformazioni rappresentazionali e l'origine delle fantasie

11.7. I processi di scissione

12. Lo sviluppo della mentalizzazione

12.1. Regolazione proiettiva-introiettiva della griglia rappresentazionale


12.2. Sviluppo identificatorio e trasformazioni introiettive


12.3. Origine della mentalizzazione e della regolazione proiettiva-introiettiva


12.4. Monitoraggio meta cognitivo e canalizzazione proiettiva-introiettiva


12.5. Modulazione primaria materna e sviluppo del pensiero


12.6. Sintonizzazione imperfetta e sviluppo della mentalizzazione

12.7. La progressione della mentalizzazione e i neuroni specchio

12.8. Differenziazione e intreccio neurologico dei reticoli

13. La funzione del linguaggio nella coscienza


13.1. Riflessività del linguaggio e organizzazione riflessiva cerebrale

13.2. Origine e sviluppo del reticolo linguistico


13.3. La modificazione linguistica della coscienza e la concezione freudiana

13.4. La ricorsività emisferica: coscienza e mentalizzazione


13.5. Referenza e nominalizzazione

13.6. Concretezza della funzione rappresentazionale segnica


13.7. Referenza realistica e competenza immaginativa


13 .8. La funzione trasformativa del doppio


13.9. Differenziazione dei reticoli e proprietà patogene del doppio

13.10. La creatività immaginativa-letteraria e la dinamica autonoma P-I

14. I processi di coscienza nella terapia.

14.1. Progressione maturativa e interazione verbale e non-verbale

14.2. I riempimenti di coscienza prodotti dalle parole


14.3. La condivisione degli stati di coscienza modulati dalle dinamiche P-I

14.4. Modulazione proiettiva-introiettiva e stati diadici


14.5. Lo sviluppo relazionale implicito


14.6. Cooperazione tra esperienza relazionale implicita ed esplicita


14.7. Il nucleo patogeno primario e i limiti dell'interpretazione verbale


14.8. Gli stati dissociativi nelle attuali teorie del Sé


14.9. La funzione dell'enactment nell'esperienza dissociativa


14.10. La gerarchizzazione frontale interminabile

15. La struttura della coscienza in Freud. . . . .

15.1. Le proprietà del modello s-o e il sistema P-C in Freud


15.2. L'utilità della bipartizione rappresentazionale del vincolo 's-o'

15.3. Il problema delle qualità psichiche in Freud

15.4. I processi di pensiero coscienti nella teoria freudiana


15.5. Trascrizione topica e cambiamento di stato


15.6. Oscillazione P-I e proprietà periodiche della percezione


15.7. Investimento-controinvestimento e regolazione P-I

16. La rinunzia freudiana e la seconda topica


16.1. La posizione dell' attenzione nella prima topica


16.2. La contraddizione nella posizione dell' attenzione nel sistema P-C


16.3. L'incertezza delle formulazioni del sistema percezionecoscienza


16.4. Le diverse concettualizzazioni della percezione interna ed esterna

16.5. Differenziazione percettiva e linguistica nei due emisferi


16.6. Le proprietà delle due superfici percettive della coscienza


16.7. La soluzione della seconda topica


17. La donazione materna della coscienza


17.1. L'orientamento intenzionale della coscienza all'interazione

17.2. Identità instabile come regolatore naturale dello sviluppo


17.3. L'apparente disunità dei modelli di sviluppo e il nucleo del Sé

17.4. Dinamica P-I nativa e ambiente responsivo materno


17.5. La regolazione materna ottimale della donazione della coscienza


17.6. Le regolazioni patogene materne e i loro effetti nel paziente

17.7. L'incompletezza gerarchica naturale dei nuclei identitari


17.8. Identità, mente, coscienza

18. L'origine combinatoria della coscienza


18.1. La sovradeterminazione della dinamica s-o


18.2. Proprietà del binding e qualia sovraordinati

18.3. Ricomposizione proiettiva e gerarchizzazione categoriale


18.4. Le funzioni del tronco e la riapertura combinatoria della coscienza


18.5. L'integrazione temporale della coscienza


18.6. La ciclicità sonno-veglia e le reintegrazioni libere dei vincoli 's-o'

18.7. Il principio compositivo della materia e della coscienza

Bibliografia


Indice analitico

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.