Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

La Saggezza dell'Occidente

Panorama storico della filosofia occidentale nei suoi sviluppi sociali e politici

Longanesi
Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 20,00
Quantità

traduzione dall'originale inglese di Luca Pavolini.
pp. 320, riccamente illustrato a colori, Milano
data stampa: 1961
codice isbn: 300000000489

«Un grosso libro», diceva il poeta alessandrino Callimaco, «è un grosso guaio!» Tutto sommato, tendo a condividere questo punto di vista. Se, quindi, oso presentare al lettore questo volume, è perché, dati i guai che ci sono in giro, questo è ancora uno dei minori. Non di meno, è necessario che io fornisca qualche spiegazione, dato che qualche anno fa ho scritto un libro sullo stesso argomento. Saggezza dell'Occidente è un libro completamente nuovo; anche se, naturalmente, non sarebbe mai apparso se non fosse stato preceduto dalla mia Storia della filosofia occidentale. Si tenta qui un panorama della filosofia occidentale da Talete a Wittgenstein, insieme con qualche richiamo alle circostanze storiche che s'intrecciano alla narrazione. Il racconto è accompagnato da una serie di illustrazioni che si riferiscono a uomini, luoghi e documenti, scelte il più possibile da fonti appartenenti al periodo relativo. Soprattutto si è tentato, quando sembrava fattibile, di tradurre le idee filosofiche, che di solito sono espresse soltanto a parole, in diagrammi che riassumono gli stessi concetti per mezzo di metafore geometriche. Vi sono pochi precedenti in materia, e quindi i risultati non sono sempre del tutto soddisfacenti. Tuttavia vale la pena di esplorare tali metodi di presentazione. L'esposizione diagrammatica, nella misura in cui è realizza bile, ha anche il vantaggio di non essere legata ad alcuna lingua particolare. Due cose possono essere dette per giustificare l'apparizione di una ennesima storia della filosofia. In primo luogo, vi sono poche narrazioni che siano organiche e al tempo stesso ragionevolmente ampie. Vi sono certamente molte storie di largo respiro che si occupano molto più particolareggiatamente di singoli argomenti. Ovviamente, il presente volume non si azzarda a competere con queste opere. Chi ha un reale interesse per il tema, dovrà senza dubbio a un determinato momento consultare quelle opere, e forse leggerà perfino i testi originali. In secondo luogo, la tendenza corrente verso una specializzazione sempre maggiore e sempre più perfezionata sta facendo dimenticare agli uomini i debiti intellettuali che essi hanno verso i loro predecessori. Questo studio intende sopperire a tale dimenticanza. Tutta la filosofia occidentale è, in senso effettivo, filosofia greca; ed è vano soffermarsi sul pensiero filosofico se si recidono i legami che ci uniscono ai grandi pensa tori del passato. Si sosteneva una volta, forse a torto, che per un filosofo era necessario sapere qualcosa su tutto. La filosofia voleva avere (;ome propria patria tutta la conoscenza. Comunque, l'opinione oggi prevalente che i filosofi non abbiano bisogno di sapere niente di niente è certissimamente sbagliata. Chi pensa che la filosofia sia cominciata « realmente» nel 1921, o non molto prima, ignora che gli attuali problemi filosofici non sono sorti all'improvviso dal nulla. Non vi è quindi neppure bisogno di fare delle scuse per il trattamento relativamente generoso riservato qui alla filosofia greca.
Una narrazione della storia della filosofia può procedere in due modi. La storia può essere puramente espositiva, e indicare che cosa ha detto il tale e come è stato influenzato il tal altro. Oppure l'esposizione può essere integrata, entro certi limiti, da un discorso critico, per mostrare in che modo si sia sviluppata la discussione filosofica. Qui è stato adottato il secondo metodo. Va aggiunto che ciò non deve portare il lettore a credere che un pensatore possa essere liquidato soltanto perché è stato constatato che le sue teorie sono manchevoli. Kant disse una volta che aveva paura non tanto di essere confutato quanto di essere frainteso. Dobbiamo tentare di capire che cosa i filosofi cercano di dire, prima di metterli da parte. Ma bisogna confessare, al tempo stesso, che lo sforzo appare talvolta sproporzionato al risultato che si consegue. In definitiva, è un problema di giudizio che ciascuno deve risolvere da sé.
L'obiettivo e il modo di trattare la materia di questo volume differiscono dalla mia opera precedente sullo stesso tema. Devo molto al mio collaboratore dottor Paul Foulkes, il quale mi ha aiutato a scrivere il testo e ha scelto molte delle illustrazioni e la maggior parte dei diagrammi. Il nostro fine è stato quello di fornire un panorama di alcune delle principali questioni che i filosofi hanno discusso. Se, scorrendo queste pagine, il lettore si sentirà spinto a studiare l'argomento più di quanto avrebbe fatto altrimenti, lo scopo principale del libro sarà stato raggiunto.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.