Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Visiones et Revelaciones Sancti Pauli: Una Nuova Tradizione di Testi Latini nel Medio Evo

Conferenza tenuta nella seduta del 9 maggio 1973

€ 10,00
Quantità

pp. 16, Roma
data stampa: 1974
codice isbn: 978882180699

Estratto dal testo:
"Alcuni anni fa, mentre indugiavo su un problema fra miscellanei manoscritti contenenti brevi poemi lirici latini, mi sono imbattuto in uno studio di Jakob Werner, Beiträge zur Kunde der lateinischen Literatur des Mittelalterse lì ho trovato un riferimento al Ms. c. 101/467 di Zurigo. Si trattava di un manoscritto cartaceo miscellaneo del' 400, proveniente da San Gallo e scritto da un Pater Gallus Kemli, la cui arte scrittoria lascia alquanto a desiderare e la cui raccolta è frutto di perseveranza più che di arte. Il manoscritto e intitolato 'con ingenua approssimazione, Diversarius multarum materiarum, e contiene di tutto. In latino e talvolta in tedesco, contiene dall'inno Stella maris ad una ricetta per tenere i vermi lontani dal formaggio. Ma in esso ho anche trovato un testo latino dell'Apocalisse di S. Paolo che nessuno specialista del campo aveva mai visto e notato - un testo, per di più. che non poteva essere semplicemente un'altra redazione mediolatina abbreviata, come ne avevo già esaminato tante. Infatti il suo incipit riportava l'inizio delle rivelazioni di S. Paolo, cioè le parole di Dio che. lo esortano ad ammonire l'umanità traviata affinché si ravveda dal peccato - e il solo testo occidentale che contenga questo passo è la lunga versione latina dell'antico libro pubblicato nel 1893 da M. R. James; ma la lingua dell'incipit - sia il lessico che la sintassi - era diversa da quella versione dello James. Immediatamente richiesi un microfilm del manoscritto; quando potei consultarlo, il pezzo era quello che desideravo ma che davvero non osavo sperare fosse: un testo la cui esistenza era supposta già prima del 1904.

Ho cominciato in medias res. Per mostrare l'importanza di questo testo accidentalmente scoperto, è necessario rifarsi al principio della mia storia. Questa storia che qui presento Loro tratta di un'opera della letteratura cristiana subcanonica, l'apocrifa Apocalisse di S. Paolo, che nacque a metà del terzo secolo dell'era cristiana, forse fra le comunità greche dell'Egitto, ed era forse ancora viva nel secolo diciottesimo in Abissinia, dove continuò ad essere scritta e Ietta fra i cristiani copti.[...]"

Indice:

Visiones et Revelaciones Sancti Pauli: Una Nuova Tradizione di Testi Latini nel Medio Evo, di Theodore Silverstein

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.