• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Il Mistero dell'Amor Platonico del Medio Evo

2 Volumi

Luni
€ 80,00
€ 76,00 Risparmia 5%
Quantità

prefazione di Paolo Peluffo, presentazione di Amb. Bottai, patrocinio della Società Dante Alighieri.
vol. 1 pp. XXXIII-662, vol. 2 pp. 663-1414, Milano
data stampa: 2013
codice isbn: 978887984333

Stampato per la prima volta a Londra, nel 1840, in cinque volumi e con una tiratura di circa millecin­quecento copie. Poiché, al suo apparire, alcuni stu­diosi vi ravvisarono una qualche pericolosità, si fece in modo di bloccarne la diffusione. E così, di fatto, ne saranno distribuite solo cinquanta copie in Inghil­terra, venti in Italia e due in Germania. Alla morte del Rossetti sarà la moglie a bruciare per scrupolo religioso tutte le altre copie, tranne quella personale dell’autore, ricca di annotazioni.
Perché tanto accanimento? Forse perché Gabriele Rossetti, oggi considerato il vero precursore del­lo studio della storia dell’esoterismo in Occidente, partendo da suggestioni tardoromantiche, fu de­terminato nel sovvertire metodi e presupposti delle consolidate divisioni disciplinari, in polemica contro l’astrattezza della razionalità illuministica.
Anche se titolo e opera fanno particolare riferimento al periodo medioevale, che l’Autore considera gravi­do di conseguenze per i secoli immediatamente suc­cessivi dell’età moderna e contemporanea, Rossetti sviluppa la sua ricerca con limiti temporali davvero molto ampi, descrivendo per la prima volta nella nostra letteratura la storia delle correnti esoteriche occidentali a partire dai Misteri greci e dall’introdu­zione di quelli orientali nel tardo Impero Romano, risalendo lungo tutto il Medio Evo e il Rinascimen­to, per ricongiungersi infine alla forma più recente da esse assunta con la Massoneria Speculativa.
D’altra parte, al centro dell’interesse del Rossetti, ri­mane l’opera di Dante, tanto che il secondo elemento importante nel titolo è quell’«Amor platonico» che per lui costituiva la «chiave di volta» dell’esoterismo cristiano medievale, e non solo medievale. Non si tratta di un generico platonismo, bensì di un preci­so riferimento a quella che è stata la scoperta fonda­mentale del Rossetti fin dagli inizi della sua ricerca, ovvero la dottrina segreta dell’Amore metafisico per la Divina Sapienza, riconnessa essenzialmente alla «Filosofia Pitagorica». Un Amore spirituale masche­rato nelle forme carnali ed emotive di quello uma­no, l’uno preso a simbolo dell’altro, come già nelle letterature orientali e, dopo le Crociate, anche nelle composizioni poetiche di Dante, degli Stilnovisti e dei loro precursori e continuatori in tutta Europa.
Quest’opera offre al lettore la visione di un vastissi­mo campo di ricerca che non è più possibile ignora­re, anche se solo in questi ultimi anni sembra defini­tivamente avere interessato le ricerche degli storici italiani.
Nato nel 1783 a Vasto, Gabriele Rossetti muore a Londra nel 1854. Come quella di molti patrioti ita­liani suoi contemporanei, la sua è una vita di esule. Avendo partecipato ai moti carbonari napoletani del 1820, dovette fuggire prima a Malta, dove visse tre anni, poi dal 1924 a Londra, dove visse il resto della sua vita. Qui fu professore di Italiano al King’s College dal 1831 al 1847, e sposò Francesca Polidori, figlia di un altro esiliato italiano, Gaetano Polidori, dalla quale ebbe quattro figli, tra cui il famoso poeta e pittore preraffaellita Dante Gabriel Rossetti.
Il mistero dell’amor platonico del Medio Evo “edi­torialmente” non vide mai la luce in forma compiu­ta se non per delle copie quasi clandestine inviate in omaggio dall’Autore stesso a conoscenti e amici, ma mai diffuso e distribuito. Oggi per la prima vol­ta dopo più di 170 anni questo fondamentale libro è presentato al pubblico in forma corretta e perfetta­mente leggibile.
La famiglia Rossetti è una di quelle famiglie ottocentesche “intrise” di cultura e contatti.
Il padre della moglie di Rossetti fu segretario di Vittorio Alfieri; il di lui figlio, John, è il vero inventore del “Vampiro”: a lui si deve il primo libro dedicato al famoso conte Dracula. Rossetti ebbe quattro figli, il più famoso fu il pittore preraffaellita e poeta Dante Gabriel Rossetti. La nipote di Rossetti tradusse in italiano su indicazione di Lewis Carroll, che ne era l’autore, Alice nel paese delle meraviglie. E Gabriele Rossetti fu poeta, e autore della più colossale e importante storia del pensiero mai scritta.
Nato nel 1783 a Vasto, Gabriele Rossetti muore a Londra nel 1854. Come quella di molti patrioti italiani suoi contemporanei, la sua è una vita di esule. Avendo partecipato ai moti carbonari napoletani del 1820, dovette fuggire prima a Malta, dove visse tre anni, poi dal 1924 a Londra, dove visse il resto della sua vita. Qui fu professore di Italiano al King’s College dal 1831 al 1847 e sposò Francesca Polidori.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.