Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Che Cosa Ha Veramente Detto Confucio


Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 11,00
Quantità

premessa dell'autore.
pp. 120, Roma
data stampa: 1968
codice isbn: 978883400334

Confucio è il primo nome certo della letteratura e del pensiero della Cina antica; con lui hanno inizio sia la storia letteraria sia quella filosofica cinese. Ciò non vuol dire che prima della sua nascita non esistesse una tradizione plurisecolare. Confucio fu il primo sistematizzatore di tale tradizione: mai egli si atteggiò ad innovatore o a creatore di un nuovo sistema filosofico. In tutto il suo insegnamento c'è il continuo richiamo al passato che egli prospetta come modello da seguire per ovviare al caos politico e spirituale del momento presente. «Io trasmetto e non creo» è una delle sue affermazioni più significative e la trasmissione della eredità del passato fu raccolta dai suoi discepoli nei Dialoghi (Lun-yü), breve operetta in cui furono annotati i dialoghi, i detti, gli aforismi, quello cioè che il Maestro veramente diS5e.

Il Confucianesimo, la dottrina che da lui prese il nome, nel corso dei se· coli gli attribuì anche azioni o detti che egli non fece o non disse; ma ogni grande personaggio della storia è destinato ad essere interpretato variamente dai suoi seguaci. Nel presente saggio si è tenuto conto anche delle deformazioni di Confucio fatte da discepoli, avversari ed infine dagli occidentali; è ciò che Confucio non disse, ma che ha altrettanto interesse per lo studioso.

Lionello Lanciotti è professore di lingua e letteratura cinese presso l'Università di Venezia (Facoltà di lingue e letterature straniere) ed incaricato per la stessa materia presso l'Università di Roma (Facoltà di Lettere). Condirettore della rivista "East and West", diretta da Giuseppe Tucci. E' autore di numerose pubblicazioni sinologiche e di traduzioni dal cinese. Ha pubblicato una storia della Letteratura cinese (Milano, 1968), e saggi nel campo delle religioni e della letteratura cinese. Attualmente le sue ricerche sono rivolte allo studio delle concezioni esteticoletterarie nella Cina antica. Fra il 1956 ed il 1964 ha curato la pubblicazione di otto volumi della serie «Cina », edita dall'IS.M.E.O. Nel 1957 ha fatto parte della Missione Culturale dell'IS.M.E.O. in Cina ed in Giappone.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.