Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


I Reperti Epigrafici


Viella
Disponibile in copia unica
€ 22,00
Quantità

in appendice: Le Tavole Lusorie di Vincenzo Fiocchi Nicolai, premessa di P. Testini.
pp. 184, LXXX tavv. b/n f.t., 1 tavv. b/n ripiegata f.t., Roma
data stampa: 1983
codice isbn: 978888566903

Dalla premessa di P. Testini:
"Isola Sacra è denominazione tarda, forse non più antica del V secolo, e ricorre, a quanto pare, per la prima volta in Procopio (De bello Goth. I, 26). Come isola, la « nascita » si deve a Traiano. L'area, infatti, corrisponde al territorio che risultò compreso tra l'alveo naturale del Tevere e la Fossa aperta appunto dall'imperatore (oggi canale di Fiumicino) in funzione del nuovo porto a nord di Ostia; e « sacra» si dovette chiamare quasi certamente ~a quando agli occhi dei mercanti, marinai e pellegrini cominciò ad arricchirsi di memorie venerate, registrate già nelle fonti più antiche: quella d'Ippolito, diventata poi sede della cattedrale portuense, che ora sappiamo ubicata di fronte alla civitas; non lontano il santuario del martire Aconzio e l'altro di Ercolano e Taurino; più a distanza, presso il Capo Due Rami dove il Tevere si biforca, la memoria dei martiri Eutropio, Bonosa e Zosima.
Di tutte queste memorie della chiesa portuense il solo complesso finora identificato è quello di S. Ippolito, di cui si è messa in luce la grande basilica. Il santuario mostra di aver avuto vita lunghissima, ma anche carica di triboli, essenzialmente lungo quattro « stagioni »: 1. La fase delle origini, senza dubbio nei decenni successivi la pace religiosa, documentata da una piccola memoria mononave; 2. il periodo di maggiore notorietà forse drammaticamente interrotto dagli eserciti invasori - coincidente con la costruzione di una grande basilica a tre navate voluta da un vescovo Heraclida negli ultimi anni del IV secolo; 3. un lungo declino a cominciare forse dal VI secolo, da quando la basilica subisce in tempi diversi trasformazioni profonde: l'aula di culto si riduce alla sola navata centrale, un magnifico ciborio si eleva al tempo di papa Leone III, un battistero circolare si colloca nella ex navata sinistra, una torre campanaria si alza nel sec. XII; 4. i secoli dell'abbandono fino alla completa rovina.
Per l'Isola Sacra la scoperta del santuario ippoliteo non è da considerare fatto episodico, fine a se stesso;[…]"

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.