• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Il Ciclo Mitologico Irlandese e la Mitologia Celtica


€ 18,00
€ 17,10 Risparmia 5%
Quantità

A cura di Carlo Bonfanti
pp. 282, nn. ill. b.n., Pinerolo
data stampa: 2017
codice isbn: 978889899641

Uno dei documenti maggiormente citati sulla religione Celtica è un brano del De bello gallico di Cesare in cui il conquistatore della Gallia racconta quali sono, secondo lui, le principali divinità dei popoli che ha sconfitto in quella contrada:

"La divinità da loro più venerata è Mercurio. Le immagini più frequenti sono le sue; egli è considerato l'inventore di tutte le arti, la guida nei viaggi e nei cammini, e gli è attribuito un grandissimo potere per i guadagni e i traffici. Dopo di lui venerano Apollo, Marte, Giove e Minerva. Su questi dèi la loro opinione non è molto diversa da quella degli altri popoli: Apollo è il guaritore, Minerva l'iniziatrice delle arti e dei mestieri, Giove il reggitore dei cieli e Marte il signore delle guerre. A quest'ultimo, allorchè decidono d'intraprendere una guerra, consacrano abitualmente il futuro bottino...".

Se prendiamo alla lettera questo testo, sembrerebbe che i Galli abbiano venerato cinque dèi quasi identici alle grandi divinità romane: Mercurio, Apollo, Marte, Giove e Minerva. La differenza sarebbe consistita solo nei nomi. Questa ipotesi sembra confermata dalle iscrizioni romane, in cui i nomi gallici vengono accostati ai nomi degli dèi romani come attributi o per apposizione. Prima di trarre una qualsiasi conclusione dal succitato brano di Cesare e dalle iscrizioni menzionate o da documenti analoghi, è indispensabile determinarne esattamente il senso...

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.