Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

La Dottrina Platonica delle Idee tra il Parmenide e il Timeo


Stamen
€ 18,00
Quantità

Prefazione di Francesco Fronterotta
pp. 120, Roma
data stampa: 2016
codice isbn: 978889987108

Questo saggio affronta uno dei più affascinanti temi del tardo pensiero platonico: la ripresa, nel "Timeo", della concezione della relazione partecipativa tra le idee e le cose sensibili, ipotesi a cui in precedenza lo stesso Platone, nel "Parmenide", aveva rivolto critiche sostanziali. Che tipo di risposta il "Timeo" fornisce a tali questioni? il "Parmenide" si chiudeva su uno degli aspetti più difficili della concezione eidetica: se le idee sono eterne, ingenerate, incorruttibili e ontologicamente autonome, potranno essere allo stesso tempo "partecipate" dalle cose sensibili senza perdere il proprio status di enti supremi? A questa ambiguità, nel "Timeo", Platone trova una soluzione nella figura del demiurgo. Contemplando il modello intellegibile, il demiurgo plasma il sostrato spazio-materiale, la chora, portando così a compimento la méthexis tra forme intellegibili e universo sensibile. Nel "Timeo", vertice della speculazione platonica, sembra quindi che le idee vengano spogliate di ogni causalità operativa ed efficiente e poste come puro, semplice e astratto paradigma del sensibile.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.