Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Lo Spirito Cristiano della Filosofia di Giovanni Duns Scoto


Abete
Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 35,00
Quantità

pp. 356, Roma
data stampa: 1975
codice isbn: 300000001290

Il pensiero cristiano ha sempre mirato alla piena intelligibilità della fede. Quando questa divenne l'ispiratrice della vita, come nel medioevo, un acuto desiderio di approfondimento razionale del dato rivelato si impadronì delle menti più elette. La Scolastica segna infatti il trionfo della fede non cieca ma illuminata dalla ragione, nel senso che ha tentato con tutti i sussidi di rendere più comprensibile la dottrina cristiana, impedendo che la sua accettazione si risolvesse in un salto nel buio, ove abbandonarsi alle suggestioni del soggettivismo e dello pseudomisticismo.

Giovanni Duns Scoto riflette tale sensibilità e il suo pensiero si configura in tale temperie culturale. Egli è un uomo di fede; è un teologo che sente tutto il peso redentivo della parola di Dio, e più che attardarsi intorno a possibili tentativi di raggiungere con la ragione ciò che conosce e possiede per fede, egli si serve dell'eccezionale talento speculativo per dissipare possibili equivoci razionalistici, mostrando la profondità del messaggio di Cristo e la fragilità teoretica oltre che esistenziale della pretesa autosufficienza del rinato umanesimo pagano. Grazie alla totale subordinazione della vita speculativa alle esigenze della vita religiosa assumono rilevanza teoretica il primato della libertà e della carità, vertici rispettivamente dell'essere umano e dell'elevazione soprannaturale, e in particolare la concezione della teologia come scienza pratica, con cui egli anticipa alcune intuizioni dell'odierna svolta antropologica.

Diviso in due parti, il libro espone nella prima le linee salienti dell'ontologia di Scoto, cogliendone le articolazioni fondamentali soprattutto in relazione all'orizzonte conoscitivo dell'uomo e alla dimostrabilità dell'esistenza di Dio. Come l'occhio è fatto per la luce, l'intelletto è fatto per l'essere intelligibile delle cose, in cui l'ente si concretizza e da cui è ricavato. Raccogliendo nell'intrico della problematica dell'essere il momento positivo e unificante, questa prima parte mette a fuoco gli aspetti
essenziali della gnoseologia e ontologia di Scoto, lasciandone intravvedere la matrice teologica. Nella seconda parte si tematizza, in forma estesa e rigorosamente documentata, lo spirito cristiano del discorso 'filosofico' di Scoto. L'Autore sottolinea, a proposito degli argomenti più rilevanti, che la dialettica argomentativa del pensatore francescano è pervasa da una luce, estranea al mondo pagano, che consente di scoprire le radici del nostro dramma esistenziale, che si consuma nella sproporzione tra l'ideale cui tendiamo e le effettive possibilità di realizzazione, e ci invita a entrare nel silenzio dell'adorazione, sopraffatti dalla ricchezza ineffabile dell'ente infinito, da cui tutto trae origine e significato. Da qui il rifiuto del carattere totalitaristico della filosofia pagana, di cui individua l'equivocità delle premesse e la forza deleteria, oltre che radicalmente pessimistica, delle conclusioni. Il bisogno della dottrina rivelata, capace di illuminare il nostro destino finale e i mezzi per conseguirlo, nasce e si afferma all'interno di un umanesimo fondato sulla coscienza della nostra fragilità conclusiva e sulla necessità e trascendenza di Dio. E' una prospettiva essenzialmente teologica, che ci sottrae alle lusinghe di quel razionalismo che divinizza la ragione e confondendo i nostri limiti con quelli del reale ci lascia nella nostra ignorata povertà.

Il pensiero di Scoto è insieme e indivisibilmente una filosofia, una teologia, una spiritualità e una mistica, il tutto nacente dalla parola di Dio, di cui si nutre e che contemporaneamente rischiara con la propria luce. Ma ciò che nella vita è uno, rileva E. Gilson, nell'insegnamento si divide e spesso nella storia si separa. Con la presente ricerca Orlando Todisco, avvalendosi di quella libertà di visione che gli deriva dalla riconosciuta competenza in cose filosofiche, ha colto quella linea speculativa che unifica i molti scritti di Duns Scoto, rendendo un servizio prezioso a quanti desiderano conoscere il pensiero di un maestro, lontano nel tempo non però nelle preoccupazioni dottrinali.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.