Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Lo Specchio del Mondo

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Federico II di Svevia

Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
€ 12,00
Quantità

prima edizione.
pp. 224, 10 tavv. b/n f.t., Milano
data stampa: 1974
codice isbn: 900000003775

Federico II di Svevia, dalla nascita a lesi avvolta da leggende e profezie alla morte sotto il segno del fiore predetta dagli astrologi. L'infanzia e l'adolescenza del re di Sicilia conteso da rapaci avventurieri in una Palermo dove la cultura di Francia e di Provenza si era incontrata con la civiltà araba e la tradizione bizantina, la prodigiosa avventura del giovinetto inerme in terra tedesca alla conquista del trono dei romani, l'incoronazione imperiale a San Pietro, il riordinamento del Regno di Sicilia, la crociata incruenta e «senza fede», la ribellione del figlio Enrico, la guerra contro i lombardi, il contrasto insanabile con Gregorio IX, la ripresa della lotta col papato retto da Innocenzo IV, le vittorie, le sconfitte, le congiure prima del misterioso isolamento dell'imperatore nel Regno di Sicilia, lontano dai conflitti decisivi per le sorti dell'Impero: questi, fra gli altri, i momenti di una vita di « uomo illustre », politico, legislatore, condottiero, osservatore acutissimo dei fenomeni naturali ed esperto di poesia, proteso fra l'Occidente e l'Oriente in un sogno di dominio e in una viva sete di conoscenza, pupillo della Chiesa e Anticristo. Suoi antagonisti quattro papi, divisi tra cauta benevolenza e ostilità inflessibile: il grande Innocenzo III, il mite Onorio III, l'implacabile Gregorio IX e l'ingannevole Innocenza IV, nel tempo in cui la Francia trova la sua unità nazionale, l'Inghilterra si risolleva dall'amarezza della sconfitta militare conquistando le libertà della Magna Charta, la Germania si definisce come una «molteplicità di piccoli Stati» che asseconda «la civiltà nel particolare» e il Regno di Sicilia si trasforma nel primo Stato tirannico moderno. L'imperatore è un personaggio remoto come un re biblico: la sua storia è raccontata dai documenti diplomatici, dalle cronache italiane, tedesche, francesi, arabe, dai libelli di prelati fanatici e dai versi di poeti di Germania e di Provenza che si configurano come una «summa» di elogi solenni, di anatemi e di resoconti imparziali, aridi o coloriti, scheletrici o di largo respiro epico. Ma nella reverenza o nell'avversione dei testimoni, Federico passa quasi sempre in lontananza nella regalità che lo divide dal « comune degli uomini ». Nell'arazzo i poeti del Minnesang e della scuola siciliana, i dotti della Magna Curia e della corte del sultano, i cavalieri teutonici, vigili scolte dell'Impero dall'affocata Terra Santa ai ghiacci della Vistola, gli ambasciatori greci e i baroni di Oltremare. Una vita rapinosa che coinvolge tutte le potenze della terra, la Chiesa cattolica, le eresie, l'Islam, la sapienza e l'industria ebraica in un libro che si propone, anche nella fedeltà alle fonti, come un'opera letteraria, spesso di andamento narrativo.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.