• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

La Storia e l'Invenzione

Scritti Filosofici

Il Prato
€ 18,00
€ 17,10 Risparmia 5%
Quantità

Introduzione, note, apparati e cura di Andrea Tagliapietra.
pp. 272, Saonara (PD)
data stampa: 2014
codice isbn: 978886336241

Nonostante gli interessi filosofici abbiano occupato, nella vita intellettuale di Alessandro Manzoni, un posto di rilievo costante, raramente la critica ha riconosciuto al suo pensiero il taglio e l'originalita' di una riflessione autonoma. La storia e l'invenzione, raccogliendo tutti i principali lavori di ispirazione filosofica del grande scrittore italiano, intende mostrare, invece, il nucleo organico del pensiero manzoniano, che e' sotteso allo sviluppo dell'intera opera sua e costituisce, anzi, la questione portante che orientera'  tutte le successive stesure del suo capolavoro. Perche' cio' che dal Fermo e Lucia ai Promessi Sposi, passando per la creazione delle tragedie come il Carmagnola e l'Adelchi, caratterizza il laboratorio del pensiero manzoniano e' un unico tema di fondo, ogni volta riproposto e scandagliato, quello del farsi storia dell'idea. Del resto, la storia del romanzo moderno puo' essere intesa come un'autentica storia dialettica delle idee, dove le idee stesse non vanno intese come cristallizzazioni di pensiero, precise, complete e sistematiche, logicamente determinate, ma come cose vive, inestricabilmente connesse alla nostra volonta', alle nostre passioni e ai nostri desideri, suscettibili per natura di crescita e di sviluppo, dimostranti d'esser vive con la loro stessa tendenza al mutamento, e soggette proprio per tale tendenza a deteriorarsi, corrompersi e trasformarsi. Per Manzoni ad un estremo della catena della realta' sta l'ancora dello spirito vivente, che scende nella storia e si secolarizza, che si fa "divenire ideale", all'altro estremo si trova, invece, il poeta e il suo "inventare", che restituisce lo spirito ai documenti morti e disertati dalla memoria, ai frammenti dimenticati del tempo, come quella cronaca secentesca dell' "anonimo lombardo", su cui si innesta, vivida e prodigiosa, la creazione del romanzo.

Andrea Tagliapietra (Venezia, 1962) e' professore ordinario di Storia della filosofia all'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, dove insegna Storia della filosofia moderna e contemporanea, Ermeneutica e Storia delle idee. E' direttore del Centro di Ricerca Interdisciplinare di Storia delle Idee (CRISI). Fra le sue pubblicazioni piu' recenti: La forza del pudore. Per una filosofia dell'inconfessabile (Rizzoli 2006); Filosofia della bugia. Figure della menzogna nella storia del pensiero occidentale (Bruno Mondadori 2008); La metafora dello specchio. Lineamenti per una storia simbolica (Bollati Boringhieri 2008); Il dono del filosofo. Sul gesto originario della filosofia (Einaudi 2009); Icone della fine. Immagini apocalittiche, filmografie, miti (il Mulino 2010); Sincerita' (Raffaello Cortina 2012); Gioacchino da Fiore e la filosofia (il prato 2013); Non ci resta che ridere (il Mulino 2013).

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.