Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Imprese del Conte Ruggero e del Fratello Roberto il Guiscardo

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Flaccovio
€ 13,43
Quantità

introduzione di Vincenzo D'Alessandro, traduzione e note di Elio Spinnato.
pp. 208, Palermo
data stampa: 2000
codice isbn: 978887804171

Generalmente si identifica la storia dei Normanni in Sicilia con Ruggero II e con i due Guglielmi, cioè con la monarchia istituzionalmente consolidata, ma si trascurano gli eventi che l'hanno necessariamente preceduta e condizionata; la conquista del mezzogiorno d'Italia e della Sicilia, allora assoggettati ai, Longobardi, ai Bizantini e agli Arabi. Questa prima edizione in lingua italiana della cronaca del Malaterra narra proprio queste imprese di conquista compiute· da sparuti gruppi di Normanni, e segnatamente dagli Altavilla, che, nel volgere di pochi anni, passarono da attività banditesche e mercenarie al concepimento del Regno. Si è trattato di un evento epocale: senza di esso non è concepibile né il recupero alla latinità del Mediterraneo, cioè del mare nostrum, né lo sviluppo delle repubbliche marinare di Genova e Pisa, né l'attuale disegno geografico e politico dell'Europa. La civiltà moderna dell'occidente europeo ha cospicuo debito verso i Normanni.

Goffredo Malaterra, monaco benedettino normanno, fu chiamato in Italia al seguito degli Altavilla. Nel programma di legittimazione del potere, ricevette dal conte Ruggero l'incarico di scrivere la storia del primo insediamento normanno e della conquista della Calabria e della Sicilia.

Indice:

Introduzione di Vincenzo D'Alessandro
Premessa
Lettera del monaco Goffredo al venerabile vescovo di Catania

Libro primo
I. Il primo capitolo indica quale parte della Francia sia la Normandia. La Norvegia invia per mare pirati al comano do di Rollone
II. Invadono la Normandia: accorre il re per cacciarli. Si sparge la guerra, subentra la pace, diventa loro signore. Si descrive da quali confini è delimitata la patria. Cessi il verso, la prosa dica se c'è dell'altro
III. Costumi della stirpe normanna discendente da Altavilla
IV. Tancredi, sua prima e seconda moglie e figli
V. Come i primi figli di Tancredi, Guglielmo, Drogone e Unfredo, partiti dalla Normandia, giunsero in Puglia
VI. Come, obbedendo dapprima al principe di Capua, passarono al principe di Salerno
VII. Come per la prima volta passarono con il greco Maniace in Sicilia per espugnarla
VIII. Come Arduino fu bastonato da Maniace
IX. I Normanni edificano Melfi; i Greci inviano un ambasciatore; primo scontro contro i Greci
X. Seconda battaglia sotto Montepeloso
XI. I figli minori di Tancredi seguono i fratelli che li avevano preceduti in Puglia
XII. Morte del conte Guglielmo
XIII. Morte del conte Drogone
XIV. Il papa Leone è catturato dai Normanni
XV. Il papa Leone è liberato onorevolmente dai Normanni
XVI. Roberto il Guiscardo fortifica il castello di San Marco e con fanti slavi va a fare preda
XVII. Roberto il Guiscardo e Pietro di Tira
XVIII. Roberto il Guiscardo è nominato conte di Puglia
XIX. Ruggero, figlio minore di Tancredi
XX. Ruggero, invitato da Roberto il Guiscardo, dalla Calabria va in Puglia
XXI. Roberto il Guiscardo e Ruggero assalgono Reggio con l'esercito
XXII. Ruggero ritorna a Reggio facendo grandissima preda XXIII. Ruggero, con animo irato, si allontana dal Guiscardo
XXIV. Ruggero è accolto benignamente dal fratello Guglielmo, e gli viene donata Scalea
XXV. Il conte Ruggero ruba dei cavalli
XXVI. Alcuni Melfitani sono presi da Ruggero
XXVII. Carestia in Calabria
XXVIII. Alcuni Calabresi ribelli prendono con l'inganno la città di Nicastro, d~ve molti perirono
XXIX. Pace conclusa tra Roberto il Guiscardo e suo fratello Ruggero
XXX. Roberto il Guiscardo, ripudiando la moglie Alberada, sposa Sighelgaita
XXXI. Roberto il Guiscardo, prima di celebrare le nozze, assale il fratello Guglielmo
XXXII. Battaglia di San Martino tra i Greci e Ruggero
XXXIII. Il Guiscardo e Ruggero vanno in aiuto di Goffredo
XXXIV. Presa Guillimaco, entrambi i fratelli passano in Calabria
XXXV. Il Guiscardo è eletto duca
XXXVI. Mentre il Guiscardo rimane a Reggio, Ruggero espugna le città della Calabria
XXXVII. Come fu presa Scilla
XXXVIII. Serlone, figlio di Tancredi, è cacciato dalla Normandia in Bretagna
XXXIX. Imprese militari dello stesso Serlone XL. Tancredi e un cinghiale

Libro secondo
I. Il conte Ruggero giunge per la prima volta in Sicilia
II. Il duca Roberto vuole che Reggio e tutta la Calabria siano ben governate; egli stesso ritorna in Puglia
III. Betumen, emiro di Sicilia, cacciato dai suoi, ripara a Reggio presso il conte
IV. Con l'aiuto di Betumen, il conte Ruggero invade la Sicilia
V. Battaglia di Ruggero contro i Messinesi
VI. Ruggero con un voto ottiene che si plachi il mare in tempesta
VII. Perché la preda a danno dei pagani, data in sacrificio, è gradita a Dio
VIII. I Palermitani, per ostacolare il nostro passaggio, vengono a Messina con una flotta
IX. I nostri, vedendo che il passaggio è ostacolato, chiedono aiuti
X. Il conte attraversa il Faro di notte nascostamente ai nemici e prende Messina
XI. Un saraceno uccide la sorella cui erano mancate le forze nella fuga
XII. I Palermitani, beffati, si ritirano e il duca ha libero il passaggio
XIII. Il duca e il conte, sistemata Messina a loro piacimento, vanno all'assedio di Rometta
XIV. I cristiani del val Demone offrono donativi al conte e al duca xv. Il duca e il conte assediano Centuripe
XVI. I nostri, provenendo dalla pianura di Paternò, si accampano al fiume Guedetari
XVII. Battaglia dei nostri contro i Saraceni
XVIII. Si interrompe la spedizione per l'approssimarsi dell'inverno, e i cristiani cedono Troina XIX. Il conte Ruggero si sposa
XX. Il conte, celebrate le nozze, va in Sicilia
XXI. Il conte, adirato col duca, torna indietro
XXII. Betumen è ucciso in Sicilia
XXIII. Il duca assedia il fratello a Mileto
XXIV. Il conte prende Gerace per tradimento e il duca è catturato
XXV. Il conte è invitato dai soldati del duca a portare aiuto
XXVI. Il conte, assediando Gerace, libera il duca
XXVII. I soldati del conte prendono il castello che il duca aveva costruito a Mileto; la duchessa fugge a Tropea
XXVIII. Il duca concede parte della Calabria al conte
XXIX. I Greci di Troina macchinano un inganno contro il conte
XXX. Il conte, preso dai Saraceni, si libera con le armi
XXXI. Il conte va in Calabria
XXXII. Battaglia del conte a Castrogiovanni
XXXIII. Battaglia di Cerami, dove appare San Giorgio
XXXIV. I Pisani invitano il conte ad assediare Palermo
XXXV. I soldati del conte, atterriti dai nemici, si rifugiano sul monte Turone, poi chiamato Guardione
XXXVI. I nostri sono punti dalla tarantola
XXXVII. Battaglia del duca ad Aiello
XXXVIII. Si fa accampamento a Petralia
XXXIX. Il duca assedia Montepeloso
XL. Il duca assedia Bari
XLI. Battaglia del conte Ruggero contro i Saraceni
XLII. Le colombe annunziano a Palermo che i Saraceni sono stati vinti
XLIII. Il duca prende Bari con l'aiuto del conte Ruggero
XLIV. Stilo si rappacifica col duca
XLV. Palermo è presa
XLVI. Morte di Serlone

Libro terzo
I. Si costruiscono castelli a Paternò e a Mazara
II. Il Guiscardo assedia Salerno
III. Gli Amalfitani fanno pace col duca
IV. Salerno si arrende
V. Il conte Ruggero assedia Abagelardo a Santa Severina
VI. Il duca riprende Santa Severina e assedia Abagelardo presso la città di Sant' Agata
VII. Il conte Ruggero costruisce un castello sul monte Calascibetta
VIII. Gli Africani distruggono Nicotera
IX. Gli Africani vincono a Mazara
X. Ugo di Gircea è ucciso a Cafania
XI. Trapani assediata è costretta alla resa
XII. Castronovo si allea con il conte
XIII. L'imperatore Michele si presenta al duca
XIV. Il duca invia una.flotta in Grecia
XV. Il conte assedia Taormina
XVI. Eviscardo è ucciso in vece del conte
XVII. Si avvistano sotto Taormina quattordici golafri provenienti dall' Africa
XVIII. Taormina è presa
XIX. Si fonda la chiesa di Troina
XX. Il conte assedia Jato e Cinisi
XXI. Le prende entrambe
XXII. Il conte concede la propria figlia al conte di Provenza
XXIII. Si celebra il matrimonio religioso
XXIV. Il duca invade la Romània
XXV. Il duca assedia Durazzo
XXVI. Il duca combatte contro i Veneziani
XXVII. Il duca combatte contro l'imperatore
XXVIII. Il duca conquista Durazzo
XXIX. Il duca conquista Castoria
XXX. Benarvet entra a Catania per tradimento
XXXI. Inghelmaro insorge a Geraci contro il conte
XXXII. Si costruisce una torre a Messina
XXXIII. Il papa Gregorio richiama il duca dalla Romània
XXXIV. Il duca ritorna e abbatte la perfidia dei Pugliesi
XXXV. Il duca e il conte combattono contro il principe di Capua
XXXVI. Giordano insorge contro il padre
XXXVII. Il duca assedia e prende Roma
XXXVIII. I Romani vengono presi alla sprovvista
XXXIX. Boemondo vince in combattimento l'imperatore di Bisanzio
XL. Il duca invade di nuovo la Romania
XLI. C'è un'eclissi di sole. Muore il papa, il duca e il re degli Angli
XLII. Ruggero diventa duca

Libro quarto
I. Benarvet invade Nicotera
II. Il conte combatte contro Benarvet
III. I Pisani prendono Africa e la offrono al conte
IV. Il duca Ruggero si riconcilia col fratello Boemondo
V. Il conte assedia e prende Agrigento
VI. Chamut diventa cristiano e consegna Castrogiovanni
VII. Il conte nomina i vescovi di Sicilia
VIII. Filippo, re dei Franchi, chiede in moglie la figlia del conte
IX. Mihera entra a Maida
X. Boemondo assedia Cosenza
XI. Mihera si fa monaco
XII. Il conte assedia Butera
XIII. Il papa Urbano viene in Sicilia per parlare al conte
XIV. Il conte sposa Adelaide
XVI. I Netini si riconciliano col conte
XVI. Il conte assedia Malt
XVII. Il duca e il conte prendono Cosenza
XVIII. Morte di Giordano
XIX. Nascita di Simone
XX. Malattia del duca Ruggero
XXI. Guglielmo di Grantemasnil entra in Rossano
XXII. Il duca e il conte assediano Castrovillari
XXIII. Il conte concede la figlia a Corrado, figlio dell'imperatore degli Alemanni
XXIV. Il duca e il conte assediano Melfi
XXV. Il re degli Ungari sposa la figlia del conte Ruggero
XXVI. Il conte assedia Capua insieme al duca Ruggero e al principe Riccardo
XXVII. Il papa Urbano, presentandosi a loro, si adopera per comporre la pace
XXVIII. Capua è presa e restituita al principe Riccardo
XXIX. Il papa Urbano concede al conte la Legazia di Sicilia e Calabria

Indice dei nomi e delle cose notevoli
Prospetto cronologico
La dinastia normanna di Aversa e di Capua
La dinastia normanna degli Altavilla

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.