Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Cause e Cure delle Infermità

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x



€ 14,46
Quantità

Calef P. (Cur.)
pp. 344
data stampa: 1997
codice isbn: 978883891261

«Già dal XIII secolo, cioè da quando la teologia si è professionalizzata, spirituali e mistici raccolgono la sfida della parola. Finiscono così relegati sul terreno della favola. Si fanno solidali con tutte le lingue che ancora parlano, portando nei discorsi l'impronta dell'assimilazione al bambino, alla donna, agli illetterati, alla follia, agli angeli o al corpo. Ovunque insinuano uno straordinario: citazioni di voci - voci sempre più separate dal Senso conquistato dalla scrittura, sempre più vicine al canto o al grido ». (Michel de Certeau) lldegarda di Bingen (I098-1179) fu colta da visioni fin dai primi anni dell'infanzia, ma visse a lungo senza renderle pubbliche e, tanto meno, fissarle per iscritto. Fu solo nel 1136, all'età di trentotto anni, che la religiosa benedettina - diventata badessa del convento di Disibodenberg, sulle rive del Reno - decise di offrirsi allo sguardo dei suoi contemporanei nei tratti di una profetessa in contatto con l'aldilà celeste. Allora, le sue pagine furono sottoposte al giudizio del pontefice Eugenio III e, ottenuto l'avallo papale, cominciarono ben presto a diffondersi nel mondo cristiano. Ildegarda divenne consigliera di uomini fra i più noti e potenti di quegli anni - al punto che Federico Barbarossa la invitò nel suo palazzo di Ingelheim per consultarla - e predicò in chiese e cattedrali di molte città, fra cui Treviri, Magonza e Colonia. Tuttavia, non è Ildegarda visionaria e profetessa quella sopravvissuta nel trascorrete del tempo, quella rimasta a noi più vicina, bensì quell'altra Ildegarda i cui libri, all'eppca, furono sottratti dalla raccolta delle sue opere inviate a Roma per il processo di canonizzazione. Erano libri che - come nel caso illustre di Cause e cure delle infermità - racchiudevano testimonianza di un' attività più terrena rispetto alle predicazioni ispirate da Dio: quella di erborista e medica, che, per la sua familiarità col corpo e con gli elementi della natura, aveva ben motivo di suscitare inquietudine, tanto sembrava avvicinarsi a un sapere sotterraneo, confinato fra le tenebre. È il motivo per cui - nota Angelo Morino nell'introduzione al volume -il ritratto di Ildegarda finisce per riassumersi nei termini di una contraddizione inevitabile: «da un lato - dalla parte della santa - la trasmettitrice di parola divina celebrata da papi e imperatorie dall'altro - dalla parte della strega -la studiosa di un mondo dalle luci prossime alla notte più scura o, meglio, ritenute tali se ad avventurarvisi era una donna».

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.