Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

La Libia

Dalle immigrazioni preistoriche fino ad una ambigua nazionalità in regime di dittatura

Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 20,00
Quantità

pp. 334, Borgo S. Dalmazio (Cuneo)
data stampa: 1973
codice isbn: 900000004430

Torquato Curotti, studioso di alcune lingue orientali vive e morte, professore d'arabo nella Scuola Tecnica di Siracusa dall'ottobre 1912, pur di ritornare in Africa ad approfondire i suoi studi, nel luglio 1914 accetta l'offerta dd Ministero delle Colonie di assumerlo come interprete traduttore. Nel 1919 è interprete del Governatore della Cirenaica e partecipa ai lavori che culminano nel famoso accordo di Règima fra il Gran Senusso e l'Italia. Viene poi nominato Segretario dell'Ufficio per gli Affari Senussili. Nel 1927 vince il concorso a cattedra di Lingua Araba ed Istituzioni Islamiche presso il Liceo-Ginnasio di Tripoli e, nello stesso anno, viene anche nominato «unico perito interprete e calligrafo della R. Procura e della Procura Generale di Tripoli per le lingue Araba, Aramaica ed Ebraica». Ha poi l'incarico di un corso di Legislazione Orientale Comparata per funzionari della carriera direttiva di Governo, magistrati e studenti in Giurisprudenza. Perduta la Libia e rimpatriato, viene «comandato », dal 1 luglio 1945, al Ministero degli Affari Esteri con funzioni di Commissario Tecnico per l'Oriente, con varie missioni in Africa ed Asia. Ha anche collaborato in giornali e riviste, ed è autore di interessanti pubblicazioni. Collocato a riposo dal servizio statale, continua ad occuparsi, con immutata passione, dei problemi dell'Africa e dell'Asia.

Questa sua storia della Libia, obiettivamente narrata e validamente documentata, vuole essere un'opera di consultazione per la gioventù studiosa e di divulgazione per un giusto orientamento dell'opinione pubblica, cosicchè la parte IV e la V sono aggiornate fino ali attuale situazione politica, sociale, amministrativa ed economica del detto paese.
Inoltre l'opera sua vuole essere utile agli Italiani rimasti colà, o che vi si recheranno per affari o per lavoro, ed anche ai turisti, come un «vade mecum» per sapere come comportarsi in modo confacente a quello speciale ambiente magrebino, evitando di urtare le suscettibilità religiose e tradizionali di quelle popolazioni che, malgrado la loro atavica xenofobia islamica, apprezzano ancora oggi dì l'affabilità, la generosità e la geniale operosità costruttiva e produttiva degli Italiani, ai quali il popolo libico deve pur sempre i primi passi deI lungo cammino del progresso umano verso una nuova civiltà che vuole essere unica, mondiale.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.