• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Lacrime e Bugie Per l'India

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x



€ 12,00
€ 11,40 Risparmia 5%
pp. 120, Roma
data stampa: 1966
codice isbn: 5598

Gli italiani hanno forse appreso troppo, ma certamente compreso poco, del dramma della fame in India.

Se ne è parlato dovunque, in Italia: alla Radio e alla Televisione soprattutto, nelle scuole, nelle chiese, nelle fabbriche, nei ministeri, nei consigli comunali e provinciali, nei circoli cittadini, nelle società operaie, nei salotti di beneficienza, nei giornali, nei Rotary, persino nelle associazioni sportive, nei consigli di amministrazione, nelle Quarant'ore, nelle cene di lavoro. Si sono mobilitati alla bisogna personaggi autorevolissimi, a cominciare dal Papa, dal Presidente della Repubblica, dal Presidente del Consiglio, dal direttore della FAO. Il Segretario Generale dell'ONU, da oltre oceano, ha avallato i loro messaggi, i loro appelli, i loro S.O.S. in nome e per conto dell'India.

La situazione, dicevano tutti, era drammatica: decine e decine di milioni di indiani rischiavano di essere divorati dalla «tigre nera», la terribile belva della fame. Bisognava far presto, donare il donabile. Domani, al solito, sarebbe stato troppo tardi. La «tigre nera», con i suoi passi felpati, i suoi artigli implacabili, le sue fauci spalancate, era in agguato nella lontana, popolosissima, nobilissima ma sfortunatissima India. Anzi, aveva già preso a colpire. La Radio, la Televisione, i giornali che per primi avevano spedito in quel lontano, popoloso, nobile ma sfortunato paese asiatico i loro inviati speciali cominciavano a violentare con agghiaccianti dettagli, con cifre categoriche, con «testimonianze inoppugnabili» la cattiva coscienza dei telespettatori, dei radioascoltatori, dei lettori italiani. E, poco alla volta, tutti si decidevano ad aprire il portafoglio. Solo i più maliziosi tra gli Italiani si posero un dubbio piccante: e se si trattasse di un diversivo?

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.