Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Res Publica

Come Bruto cacciò l'ultimo re di Roma

Rizzoli
€ 18,90
Quantità

pp. 194, ill. a colori f. t., Milano
data stampa: 2011
codice isbn: 978881704813

ROMA, 510 A.C. Tarquinio il Superbo, salito al trono usurpando il potere di Servio Tullio, tiranneggia il popolo, asserragliato nella dimora regia. Ha intorno la perfida Tullia, sua moglie, i figli e una corte di adulatori e delatori. Ogni assemblea popolare è stata soppressa e nella piazza pubblica del Foro, abbandonata, crescono le erbacce. Un uomo solo ha il coraggio di opporsi al tiranno: è Lucio Giunio Bruto, suo parente. È cresciuto alla corte del re, dopo che questi aveva sterminato la sua famiglia, e lui si era salvato fingendosi brutus, idiota. La scintilla che fa scattare la vendetta è lo stupro di Lucrezia da parte di Sesto, figlio debosciato del tiranno. Bruto estrae dal petto della matrona il pugnale con cui si è uccisa, per la vergogna di essere stata violata, e su di esso giura, con il marito, il suocero e un amico, di liberare i concittadini dal giogo del Superbo. Al racconto dello stupro, il popolo di Roma si rivolta, abolisce la monarchia, affida il governo a due consoli e ristabilisce le assemblee popolari. La Repubblica viene così fondata sulla base di un principio fondamentale: la legge è uguale per tutti. È la fine di ogni privilegio. In queste pagine, Carandini riprende la saga dei Tarquini, tracciando un affresco storico che attraverso lo studio delle fonti ricostruisce eventi, passioni e idee di uno dei momenti cruciali della storia di Roma, divenuto simbolo universale di libertà: monito valido anche nei nostri giorni, contro ogni aspirazione a un potere arbitrario o enorme.

Indice:

INDICE


Il pendolo del potere


Un tiranno superbo


Sposare, allearsi


Verso l'Eldorado


Bruto, finto idiota


Pestilenza e prodigi: a Delfi!


Lo stupro di Lucrezia


Anno 509 a. C. Le gesta di Bruto


Anno 509 a. C. Le gesta di Valerio


Anni 508-506 a. C. Roma si arrrende all'etrusco Porsenna


Anni 505-496 a. C. Sabini, Aurunci, Latini e Volsci


Aristodemo, il tiranno molle


Anni 495-493 a. C. La plebe in rivolta


La cosa pubblica: un'idea che rinasce


L'archeologo fa capolino


Elenco delle figure


Elenco delle fonti antiche


Bibliografia


Bibliografia dell'Autore


 

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.