• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Ignis

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Rivista di studi iniziatici fondata da Arturo Reghini. Solstizio d'inverno 2744 ab U. C. - Dicembre 1991 - n. 2

€ 25,00
€ 23,75 Risparmia 5%
pp. 100, ill. b/n, Ancona
data stampa: 1991
codice isbn: 5983

Molti nostri amici che seguono con apprensione ma anche con soddisfazione il generale disfacimento delle ideologie e dei sistemi politici sui quali si è retto l'Occidente in questa prima metà del secolo, si domandano e ci chiedono quale posizione assumere di fronte ad un quadro così apocalittico e kafkiano.

E mentre alcuni non hanno esitazioni nel formulare un giudizio di totale condanna avendo sotto gli occhi un bilancio fallimentare e negativo, altri credono che sia questo solo l'inizio di una catastrofe ancora più grande che colpirà l'intero genere umano e che si risolverà solo quando tutti i falsi ideali e tutti i falsi idoli cadranno nella polvere sotto la spada della verità e della giustizia.

Il dramma che si consuma oggi in Occidente è anche una reazione dei popoli a crudeltà ed ingiustizie ancora più atroci, le cui radici affondano nel medioevo dell'anima europea e le cui ombre letali si allungano fino ai tempi nostri serpeggiando fra i rigurgiti del dogmatismo religioso e dell'intolleranza politica.

La nostra posizione pertanto si delinea con chiarezza, senza eccessivi sforzi, e senza bisogno di riempirla di toni retorici o di angosciose premonizioni; non può che essere un ruolo igneo, solare, irrorante su una terra sconvolta dal dolore e dalle sofferenze, un seme di amore e di fede.

Perchè usiamo le parole amore e fede, dopo lo scempio fattone per secoli dalle religioni particolari? Ma perchè l'AMORE ci unisce al misteryum magnum di ROMA aeterna (RCM) e la fede alimenta nei nostri cuori la prospettiva di veder rinascere in Occidente il giardino fiorito del mondo, quel giardino delle Esperidi che nell'età felice accoglieva in amicizia ed in pace la natura, gli uomini e gli dei.

Poichè non parliamo di favole, nè di leggende ma di una ETÀ che risale alla mitologia dei popoli facente parte di un ciclo che periodicamente si rinnova, ricordato nelle loro opere da Esiodo e da Platone, riteniamo nostro dovere imprescindibile agire conseguentemente e preparare il nostro essere ad andare incontro al nuovo evento con lo spirito regale che il mitico re Artù richiedeva ai suoi principi ed ai suoi cavalieri.

Non si tratta solo di un desiderio o di un dovere; consideriamo la fase di passaggio dal ciclio oscuro a quello aureo, un'arte, un magistero, durante la quale sulle nostre singole persone e all'interno del nostro comune essere si coniugano nella forma di un dramma mistico la nascita e la morte di un soggetto che chiamiamo uomo, da humus, e che influenza per necessità di cose il nostro bisogno di libertà e giustizia.

Indice:

Roberto Sestito LA PARTITA FINALE DELL'OCCIDENTE

Amedeo Armentano CIVILTÀ - IL RITORNO DI CESARE

Arturo Reghini IL SENSO DELLA REALTÀ - FRATELLANZE IMPERITURE

Giorgio Gemisto Pletone ALLOCUZIONI AGLI DEI

Piero Fenili THOMAS TAYLOR, L'EREDE DI PLATONE

Thomas Taylor IL CREDO DEL FILOSOFO NEOPLATONICO

Piero Fenili GLI ERRORI DI JULIUS EVOLA (2ª parte)

Claudio Rutilio LA FORMAZIONE DEL "ROMANO VERO"

Leone Caetani LA FUNZIONE DELL'ISLAM NELL'EVOLUZIONE DELLA CIVILTÀ (1ª parte)

INDEX LIBRORUM PROHIBITORUM

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.