Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Abydos, Origini Riflesse

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x



Art&
€ 48,00
immagini di Paolo Renier.
pp. 128, interamente e riccamente ill. a colori, Friuli
data stampa: 1999
codice isbn: 978888655052

ABYDOS si trova nell'Alto Egitto, Governatorato di SOHAG, 500 km a sud del Cairo, al limite fra terra fertile e deserto a 12 km da EL BALIANA situata sulla riva occidentale del Nilo.

ABYDOS è uno dei siti archeologici più interessanti dell'Egitto sia dal punto di vista artistico e storico, sia come centro della spiritualità antico-Egizia.
Sono state trovate tracce di culture del periodo predinastico e resti di monumenti delle varie epoche della civiltà egizia a partire dalla I Dinastia (THINITA) fino alla XIX Dinastia. 

Dei vari monumenti si ricordano il tempio di Sethi I, l'0sireion, i resti del tempio di Ramsete II, le rovine del tempio di Osiride (a KOM-EL-SULTAN), i laghi sacri, la fortezza Thinita di SHUNET-EL-ZEBIB ed una necropoli di faraoni Thiniti della I Dinastia (OM-EL-GAAB).
Già in epoca arcaica ABYDOS era il centro di KHENTAMENTlU (il primo degli occidentali o Signore dei Morti) dalle sembianze di cane.
Durante la IV Dinastia (circa 2800 a.C.) si è affermato ad ABYDOS il culto di Osiride e la triade Osiride (dio dei morti o della morte dell'Ego) che tramite Iside (la Madre) riviveva nel figlio Horus (il Sé) rappresentato come un falco. Appena si arriva ad ABYDOS, circondato da un villaggio le cui genti vivono la quotidianità con un ritmo che non si discosta da millenarie tradizioni e non sembra aver risentito degli influssi della moderna civiltà, si scorge il tempio di SETHI I completato da suo figlio RAMSETE II il Grande (XIX Dinastia, circa 1300 a.C.).

Questo tempio era dedicato al Culto di Osiride visto come morte dell'Ego; infatti era il centro degli insegnamemti che il Faraone impartiva al suo successore e delle iniziazioni del Faraone ed in questo senso simboleggiava anche il ciclo di morte e rinascita (morte dell'Ego-Osiride e rinascita nel Sé) in quanto il Faraone non doveva vivere per se stesso ma per il bene del suo popolo. Faraone significa Grande Casa e come una madre lui accoglieva, accudiva e proteggeva il suo popolo; ma per fare questo doveva aver superato i sentieri dell'Ego ed essere nell'Unità.

Nel tempio di Sethi I si trova la Lista dei Re, cartigli di 76 Faraoni dalla I Dinastia fino al regno di Sethi I, ad indicare che dagli insegnamenti della storia del passato si può migliorare il presente e ben disporre per il futuro. Il tempio è costituito da 2 sale ipostile, la prima su 24 e la seconda su 36 colonne e da 7 Cappelle dedicate rispettivamente a Sethi I divinizzato, e agli altri dei Ptah, Ra-Horakhti, Amon-Ra, Osiride, Iside, Horus.

Dietro al tempio troviamo un tunnel lungo circa 120 metri con le iscrizioni del libro dei morti sulle pareti che rappresentano le 12 ore del viaggio notturno del sole nel mondo sotterraneo oppure anche il cammino dell'Uomo che dalla Separazione ritorna all'Unità.

Infatti il tunnel conduce all'Osireion che si trova proprio dietro il tempio di Sethi I in corrispondenza del tempietto della cappella di Osiride. L'Osireion è molto più antico del tempio di Sethi I (forse risale alle prime dinastie): sembra quasi che il tempio di Sethi I sia stato studiato in modo da non alterare l'integrità dell'Osireion quasi che quest'ultimo fosse stato il centro più importante di tutto il sito.

Infatti l'Osireion sembra rappresentare il centro cui l'Uomo-Faraone dalla perduta Unità, tramite il cammino interiore e la ritrovata sintonia con se stesso e con gli elementi del Cosmo, ritorna all'Unità, ritorna a LUI.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.