Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Il Libro de' Disegni del Vasari


Vallecchi
Disponibile in copia unica
€ 120,00
Quantità

2 volumi
pp. 754, 548 tavv. b/n, Firenze
data stampa: 1974
codice isbn: 6072

Questa è la prima presentazione critica, totalmente illustrata, della collezione grafica alla quale Giorgio Vasari si è dedicato durante l'intero arco della sua esistenza, con impegno parallelo a quello richiesto dal lavoro di informazione, di ricerche, di compilazione per la colossale opera delle Vite.

La chiamò «libro de' disegni», e la ricordava continuamente, sempre con grande amore ed orgoglio: quando scriveva d'arte e di storia, quando si intratteneva con amici, con parenti, con protettori nel suo folto epistolario, insomma in ogni atto, quotidiano o «curiale », della sua attività.

Si pensi alla straordinaria fortuna dell'opera letteraria del Vasari, alla incredibile foltezza della bibliografia, delle citazioni, delle edizioni che le è fiorita intorno, costante, dal 1550 in poi; si pensi alla considerazione, alla notorietà, all'importanza, alle lodi che hanno circondato in ogni epoca la sua figura di uomo e di studioso: fino a dare un risalto assai cospicuo anche all'opera pittorica, che certamente se ne è giovata oltre ai limiti della sua reale portata.

E si confronti con il pressoché totale oblio che accompagna il Libro de' Disegni da quattrocento anni, ed ancora oggi: e non soltanto nella più vasta cerchia della cultura e delle lettere, ma anche tra gli amatori d'arte, tra i critici, ma persino tra moltissimi degli specialisti di grafica e degli studiosi che si sono dedicati in modo particolare al Cinquecento, alla storia del collezionismo, allo stesso Vasari.

Appare veramente incredibile che solo ora, e non senza difficoltà e diffidenze, si possano presentare qui i risultati di una ricostruzione - per quel che è stato possibile ampia e controllata - del materiale superstite ed identificabile di quella grandiosa ed importantissima raccolta. Tanto più, dunque, va dato un caloroso e riconoscente plauso all'Editore di questa pubblicazione.

Non sono, ovviamente, la prima a studiare questo argomento. A parte i contributi in alcune trattazioni, specialmente monografiche, ed il fondamentale apporto di riconoscimenti, di osservazioni, di analisi, di giudizi nel Corpus Degenhart-Schmitt (1968), due volte si è parlato, prima d'ora, specificamente, della raccolta vasariana. Lo fece il Thibaudeau, grande collezionista di disegni egli stesso, elencando nella «Gazette des BeauxArts» i passi riguardanti il Libro che si trovano disseminati nel corso delle Vite: non erano tutti, però, e quasi sempre erano privi di commento e di proposte per eventuali identificazioni delle opere che vi sono menzionate. Lo ha ripreso, nel 1937, Otto Kurz, nel lungo saggio in Old Master Drawings completando le citazioni vasariane ed aggiungendo ad ogni voce, quando ciò era possibile, l'elenco dei disegni superstiti con l'indicazione della fonte del riconoscimento. Disegni che erano già nel Libro vennero così resi noti; ma non pochi di essi andavano riferiti, però, anche al nome di artisti per i quali il Vasari non fornisce nella Vita un'informazione corrispondente. Si vede anzi che, con tutta sicurezza, la raccolta comprendeva persino numerosi fogli che la denominazione apposta dal collezionista attribuisce a personalità delle quali, nelle Vite, non si parla neppure.

Indice:

Volume primo


Premessa


Il Libro de' Disegni


Gli artisti e le opere


Le cornici nel Libro de' Disegni


Bibliografia


Indice degli artisti


Indice dei nomi


Indice dei luoghi


Volume secondo - 548 tavole in bianco e nero


I titoli correnti delle tavole rispettano le attribuzioni che i disegni portavano nella collezione di Giorgio Vasari. Nelle didascalie, invece, sono indicate le attribuzioni scientificamente assodate o quelle che allo stato degli studi risultano più plausibili.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.