Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Le Armi del Cavaliere Giostrante


Arte'm
€ 9,00
Quantità

pp. 64, ill. b/n, Napoli
data stampa: 2011
codice isbn: 978885690184

La ‘storia vera’ dei pezzi più celebri dell’armeria del Museo di Capodimonte di Napoli. Assegnati generalmente dalla critica alle collezioni di casa Farnese – giunte in città al seguito di Carlo di Borbone – svelano ora, grazie a una ricerca rigorosa su fonti documentarie e bibliografiche inedite, l’originaria collocazione in Sicilia, nel castello di Canicattì. Vicende remote, tradizioni popolari, credenze religiose, intrecciate a secoli di eventi bellici, delineano la storia della congregazione palermitana dei cavalieri d’armi (1565), committente e custode, all’epoca, dell’armeria misteriosa. Fino a quando il principe della Cattolica, nel 1800, fa dono a Ferdinando I di Borbone dell’armatura di Ruggero il normanno, avvio del passaggio progressivo di armi, armature e finimenti dal castello siciliano alle raccolte reali napoletane.

Indice:

Introduzione di Lorenza Mochi Onori


Come risolvere un "giallo" in campo storico-artistcio? di Nicola Spinosa


Le Armi del Cavaliere Giostrante


L'armeria farnesiana-borbonica


Il dono del principe della Cattolica a Ferdinando IV


La Congregazione dei Cavalieri d'Armi


La fornitura di armi


Gloria e declino della Congregazione


L'antica armeria di Canicattì: origine e ampliamenti


Canicattì nel dì di festa


Le ultime testimonianze


Appendice

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.