Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Teologia della Storia


Jaca Book
€ 24,00
Quantità

terza edizione italiana, introduzione, revisione della traduzione e delle note di Gianluigi Pasquale.
pp. 200, Milano
data stampa: 2010
codice isbn: 978881630489

Questa terza edizione italiana di uno dei libri più famosi dello storico e studioso del cristianesimo antico Henri-Irénée Marrou 1904-1977) esce, dopo oltre trent'anni dalla seconda, intercettando una svolta epocale quanto mai opportuna. Se la teologia della storia trova il suo brodo di coltura nel cristianesimo occidentale a partire dal mondo tardoantico, Marrou va alle origini e usa Agostino per parlare al cristiano moderno e tardo moderno. In teologia della storia, sembra dire Marrou, si deve sempre presupporre, benché non impregiudicatamente, che vi sia una commistione tra la città che si edifica nel bene e l'altra che si sgretola, forse inavvertitamente, nel male. Ciò nonostante, le città terrene tendono e tentano di diventare la città di Dio, almeno nella misura in cui si concepiscono come un ideale che incarni dei valori, partecipanti a quelli eterni, negli uomini e nelle cose. Secondo il nostro Autore, in conclusione, la città di Dio non apparirà in essere tutto a un tratto, creata in un istante dalla volontà di Dio. Al contrario, egli vuole che si costruisca lentamente, strato per strato, pietra (viva) su pietra per tutta la durata della storia umana. La svolta epocale che la riedizione di questa opera intercetta riguarda il fatto che la storia, mito costituito dall'Occidente secondo Raimon Panikkar, nel momento in cui se ne mette in ipotesi la fine, ha però fatto il giro del mondo divenendo parte di un linguaggio traducibile in molti idiomi. Marrou non solo difende la commistione tra le due città e ne trae motivo di fiducia, ma pone a tema una commistione che può interessare anche i non cristiani.

Henri-Irénée Marrou (1904-1977), noto in tutto il mondo come storico, specialista per il periodo compreso tra i secoli N e VII, nella sua lunga attività di studioso ha insegnato storia antica alle Università del Cairo, di Montpellier e di Lione e, dal 1945, storia del cristianesimo alla Sorbona di Parigi. Marrou si è sempre sforzato di focalizzare lo statuto epistemologico della scienza storica, evidenziando che la questione della verità sulla storia è inseparabile dallo storico che la studia e dalla «ragione-guida» con la quale egli compie la ricerca storica. Secondo lui, infatti, l'oggetto specifico della conoscenza storica sono gli eventi umani conosciuti nella loro irrevocabilità e in una verità sempre parziale e progressiva, che soltanto lo storico può cogliere, anche se non gli è possibile, tuttavia, circoscriverne il senso, spettante in realtà solamente alla teologia della storia. Nella sua significativa produzione bibliografica sono usciti presso Jaca Book: Decadenza romana o tarda antichità? ID-VI secolo (1979, 2007); I trovatori (1983, 2000); S. Agostino e la fine della cultura antica (1987, 1994).

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.