Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


La Cina

tremila anni di civiltà

Garzanti
Disponibile in copia unica
€ 20,00
Quantità

prima edizione.
pp. 320, 41 tavv. a colori e b/n f.t., 7 cartine b/n, Milano
data stampa: 1980
codice isbn: 6176

Che la civiltà cinese sia rimasta sostanzialmente immobile e uguale a se stessa per un lungo arco di secoli, e sino agli sconvolgimenti recenti, è una favola in gran parte alimentata proprio da noi occidentali; è vero, tuttavia, che essa si distingue dalle altre grandi civiltà storiche per un corso più lento e uniforme, povero di fratture violente e di sommovimenti improvvisi. Per questo è forse più facile descriverla nei suoi elementi durevoli, e quasi abbracciarla in un solo sguardo, dalla preistoria . a Mao Tse-tung, come fa Hermann Schreiber in questo volume. La Cina conobbe la carta, la stampa e la polvere da sparo prima dell'occidente, ma queste realtà, che altrove si sarebbero dimostrate capaci di operare trasformazioni irresistibili, sembrano sfiorarla appena, senza lasciare un segno profondo; fu patria di pensatori e scrittori incomparabili, come Confucio e Lao-tze, e tuttavia le idee di questi grandi, più che ad agitarne e ad accelerarne il corso della storia, sembrano congiurare nel placarlo e nel renderlo stabile; infatti la Cina, nonostante fosse un grande stato centralizzato e burocratico, non tese mai veramente a espandersi oltre i confini dell'universo cinese. Immensa, isolata e autosufficiente, sostenuta da un'etica comune, ma non da una comune religione come la intenderemmo noi, la Cina tradizionale costituisce un enigma storico, di cui Schreiber interroga le figure salienti: i contadini, impegnati dalla preistoria a oggi nella vasta impresa organizzata di canalizzazione delle acque e di irrigazione dei terreni; gli artigiani, capaci di opere di una raffinatezza senza uguali; i maestri, i sapienti e i letterati; gli imperatori, i generali, i funzionari; i poeti, alcuni dei quali fra i massimi di tutti i tempi e, non potevano mancare, i ribelli.

Hermann Schreiber, viennese, è autore di romanzi e di opere di divulgazione. Nel 1968 il Presidente della Repubblica Austriaca gli ha conferito il titolo di dottore honoris causa. Il suo libro Gli unni, pubblicato in questa stessa collana, è stato un bestseller internazionale.

Indice:

Una premessa sulle omissioni

I
Preistoria e protostoria (fino al 221 a.C.)
Il Fiume Giallo
Prìncipi e maestri
Un reperto a tre piedi
I veloci Chou
I saggi erranti
I Regni Combattenti

II
L'era dei grandi imperatori (221 a.C.-1368 d.C.)
La scoperta dell'Occidente
La seta e la morale
Eunuchi e « turbanti gialli »
Tre regni, tre religioni
L'imperatore e il poeta
Chang-An, la città ridotta alla fame
I mongoli: ovvero la politica della porta aperta

III
Le dinastie Ming e Manciù (1368-1911)
Gli imperatori Ming e i khan Manciù
« Fiori di susino nel vaso d'oro »
L'epoca delle società segrete

IV
La lunga marcia verso una nuova epoca (dal 1912 a oggi)
Le tappe della rivoluzione
Il cammino della grande armonia
Epilogo: un modello cinese?

Appendici
Indicazioni bibliografiche
Appendice bibliografica
Tabella cronologica
Indice analitico

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.