Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Cronaca della Chiesa Cattolica in Lituania

La lotta dei lituani per la propria identità di popolo

Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 16,00
Quantità

introduzione e cura di Pietro I. Monti, traduzione dal lituano di Vincas Mincevičius.
pp. 504, tavv. b/n f.t., Milano
data stampa: 1976
codice isbn: 300000000529

La Lituania è oggi una delle 15 repubbliche che compongono l'Unione Sovietica. Dominata dai vicini russi sin dalla fine del XVIII secolo, la nazione lituana riconquistò l'indipendenza con la caduta dello zarismo. Invasa dall'Armata rossa in seguito agli accordi tra Stalin e Hitler nell'agosto 1940 fu incorporata, con Estonia e Lettonia, all'URSS, che sin dall'inizio vi attuò una politica di deportazione e genocidio. Occupata dai nazisti nel giugno 1941, tornò di nuovo in mano sovietica nell'ottobre 1944: vana fu l'eroica resistenza partigiana contro i due invasori. La politica coloniale sovietica nei confronti della Lituania si fonda tuttora sui due principi basilari della russificazione, e della persecuzione della Chiesa cattolica (i lituani sono fieri cattolici per l'80%). Attualmente Mosca è costretta a mantenere nell'indocile colonia, per poco più di tre milioni di abitanti, un esercito di oltre centomila poliziotti (in maggioranza russi).
Nel difficile contesto di tale regime d'occupazione, dal marzo 1972 i lituani diffondono con sorprendente regolarità la rivista clandestina «Lietuvos Katalikų Bažnyčios Kronika» (Cronaca della Chiesa cattolica in Lituania) che raggiunge anche Mosca e il dissenso russo (tra i due ambienti c'è un'assai significativa solidarietà) e perviene in Occidente. Essa ha lo scopo di far conoscere - senza astiose polemiche ma in modo documentato e concreto, e con lo stile dimesso della verità - di'. un lato le violenze e illegalità che gli organi del governo compiono sistematicamente nel paese e dall'altro i documenti, proteste e appelli (talora con diecine di migliaia di firme) che i lituani rivolgono alle autorità statali ed ecclesiastiche; cerca infine di dare un'idea sia pure sommaria dell'autonoma cultura lituana che sopravvive nella clandestinità.
La presente traduzione integrale dei primi dieci numeri della «Kronika» (marzo 1972 - maggio 1974) vuole mettere a disposizione del lettore italiano, senza lo schermo di eccessive mediazioni, il racconto - fatto dagli stessi protagonisti - della resistenza,giusta e tenace di un piccolo popolo per vivere contro la brutale oppressione di una superpotenza, la propria identità civile e religiosa. In appendice, una nota storica e una nota bibliografica suggeriscono approfondimenti e ricerche. Gli editori si augurano che la diffusione in Occidente della «Kronika» - della quale escono ora analoghe edizioni in inglese e francese - valga inoltre per il popolo lituano come gesto minimo di solidarietà.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.