Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Amori Proibiti

I concubini tra Chiesa e Inquisizione

Laterza
€ 18,00
Quantità

pp. XIV-258, Bari
data stampa: 2008
codice isbn: 978884208659

In Italia tra Cinquecento e Seicento convivere senza essere sposati diventò un delitto, represso con asprezza dalle Curie vescovili, non dalle autorità statali. Scomuniche, irruzioni domiciliari, carcere, multe colpirono migliaia di coppie di fatto e raggiunsero presto chiunque vivesse relazioni proibite: anche gli amanti subirono in misura crescente conseguenze così pesanti. Ancor più rischioso fu difendere il diritto di vivere la sessualità in modo difforme dall’etica ufficiale. In quei casi interveniva l’Inquisizione e apriva processi d’eresia. Per la Chiesa il bilancio non fu lusinghiero: poche regolarizzazioni, contromisure dei conviventi spesso efficaci, vescovi appiattiti su logiche repressive. Per le coppie di fatto si moltiplicarono le sofferenze: famiglie distrutte, donne criminalizzate, bambini privati dei genitori. Ma molti difesero con forza le proprie scelte, anche perché il clero stesso aderì con freddezza all’accresciuto rigore dei vertici diocesani, e non mancarono reazioni dure, talora dissacranti. Le pagine di Giovanni Romeo, tessute di una ricchissima documentazione inedita, raccontano quell’aspra battaglia, con particolare attenzione alla più grande città italiana di antico regime, Napoli, e invitano a riflettere – contro ogni facile revisionismo – sul peso dell’intolleranza religiosa nella storia d’Italia.

Indice

Premessa - Ringraziamenti - I. «Se bene si diceva che erano innamicati...»: le premesse cinquecentesche - II. Le famiglie di fatto nei conflitti tra Stato e Chiesa (1569-1600) - III. Inquisizione napoletana ed ‘eresie’ sessuali: il tardo Cinquecento - IV. Chiesa e famiglie di fatto: gli inizi della caccia (1601-1626) - V. Il monopolio ecclesiastico sui concubini: scomuniche, blitz, resistenze (1626-1656) - VI. Tra eresia e peccato: gli amori proibiti a Napoli dal primo Seicento alla peste del 1656 - Appendice - Indice dei nomi

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.