Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Il Pensiero di Pietro Ubaldi

relazioni tenute nei quattro convegni dedicati a Pietro Ubaldi. Roma, 1988-1989-1990

Disponibile in copia unica
€ 20,00
Quantità

edizione fuori commercio, prefazione e cura di Franco Lanari.
pp. 168, nn. ill. b/n, Roma
data stampa: 1993
codice isbn: 5759

Dalla prefazione di Franco Lanari:
"In occasione di questo terzo Convegno dedicato al «Pensiero di Pietro Ubaldi», che ho organizzato e coordinato - cosí come ho fatto per gli altri due precedenti - ritengo sia giusto e doveroso esternare vivi e affettuosi ringraziamenti a tutti i relatori che hanno accettato, con disponibilità e comprensione, di interpretare sapientemente il Pensiero di Pietro Ubaldi, pensatore e filosofo, nonché profeta del III Millennio.

Un particolare ringraziamento sento di dover tributare alle due nipoti di Pietro Ubaldi, Antonietta e Lavinia, grazie al cui incoraggiamento - prezioso per me, avendo avuto la Loro incondizionata fiducia - mi è stato consentito di organizzare questi tre Convegni.

Mi è particolarmente caro ringraziare Donna Elika de Vargas Machuca, la quale è stata l'instancabile ed entusiasta animatrice di questa iniziativa. Ella ciò ha potuto fare meglio di ogni altro, avendo avuto il privilegio di aver scambiato con l'Autore alcune lettere.

Analogo incoraggiamento ho avuto dal Prof. Riccardo Pieracci, di Firenze, il quale fu non soltanto amico e confidente dell'Ubaldi, ma anche suo discepolo.

Mi sia consentito di esprimere in questa sede il mio compiacimento per la risonanza che tutte le iniziative cominciano ad avere sulla stampa specializzata e su quella a grande diffusione. Mi riferisco in particolare agli articoli pubblicati dal Prof. Enzo Sacco, Redattore Capo della Rivista « Responsabilità del Sapere» del Centro di Comparazione e Sintesi di Roma, al saggio pubblicato dal Comm. Dott. Giuseppe Filipponio, direttore della Rivista « Verso la Luce» di Roma, agli articoli pubblicati su « Il Giornale dei Misteri» di Firenze dalla Dr.ssa Enza Massa e su «La Domenica del Corriere» del luglio 1988 a firma della Dr.ssa . Paola Giovetti.

Non posso non menzionare qui la preziosa e tempestiva iniziativa dell'Editore Giovanni Canonico, titolare delle Edizioni Mediterranee, per aver provveduto, con la sensibilità che gli è propria, alla sollecita ristampa di alcuni tra i più noti volumi dell'Ubaldi, quali « La Grande Sintesi» « La Nuova Civiltà del Terzo Millennio », «Cristo e la Sua Legge ».

Mi è doveroso infine porgere un sentito grazie al Signor Ambasciatore del Brasile per aver Egli generosamente ospitato in una Sala dell'Ambasciata il 1° Convegno su Pietro Ubaldi, in omaggio alla luminosa figura di questo genio italico che proprio in Brasile ebbe il suo giusto apprezzamento.

Molte persone mi hanno domandato quale sia stato il motivo che mi ha indotto ad organizzare questi tre Convegni. La ragione è semplice: affinché in Italia si conoscesse il pensiero di un genio italiano che finora era stato riconosciuto solo all'estero.

Quarant'anni or sono ebbi la fortuna di leggere e studiare «La Grande Sintesi» di Pietro Ubaldi: ho capito subito e sentito nel mio intimo, che li, in quelle pagine cosi dense di alto contenuto scientifico-spirituale, vi erano le Verità Eterne latenti in ognuno di noi.

Mi resi conto che erano insegnamenti che trascendevano la condizione umana per il loro alto contenuto. Li sentivo veri perché eterni, ed espressi con tale efficacia da operare in me una radicale trasformazione sul piano umano concreto, completando la Fede che già avevo nel Cristo.

Anche nelle altre Opere di Ubaldi ritrovai le conferme di quell'insegnamento Cristico di cui l'Autore dette ampie testimonianze, principalmente col suo esempio durante la sua lunga e travagliata esistenz;l terrena.

Mi è rimasta sempre impressa nella mente la lettura dell'ultima pagina del libro «La Grande Sintesi» dove l'Autore cosi si esprime:

« La mia opera è compiuta. Se tra anni e anni, una umanità diversa, tanto più grande e più buona, riguardando indietro ncercherà questo seme gettato troppo in anticipo per essere subito fecondato e compreso, meravigliandosi come sia stato possibile cosi precorrere i tempi, abbia un pensiero grato per l'essere umano che, solo e ignoto, questo lavoro ha compiuto attraverso il suo Amore e Martirio.
La Sinfonia è scritta. Il Canto tace per riprendere in altre forme altrove.
La Voce si spegne. Il Pensiero si allontana dalla Sua manifestazione esteriore nel profondo, verso il Suo Centro, nell'Infinito ».

Queste parole di commiato hanno sempre suscitato in me un sentimento di riconoscenza nei riguardi di questo Maestro, e mi rammaricavo che i tempi non fossero ancora maturi quando, nel lontano 1933, Egli dava alle stampe la prima edizione del suo libro.

Sono questi i motivi che mi hanno spinto a prodigarmi, qualora gli eventi me lo avessero consentito, onde raccogliere « quell'acqua pura» necessaria per far fruttare quel « seme gettato troppo in anticipo »."

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.