Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Saggio su l'«Orlando Furioso»


Laterza
Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 22,00
Quantità

pp. VIII-306, Bari
data stampa: 1959
codice isbn: 900000001365

Il meraviglioso è sparso in innumerevoli particolari dell'Orlando; è concentrato in alcuni degli episodi di più nobile spiritualità; è - in fine - l'atmosfera stessa in mezzo alla quale si svolge l'infinito corteo degli eventi.

L'epica ariostesca è in parte spettacolo di bellezza - le mosse degli agili corpi -; in parte figurazione di spiriti superiori; in parte rappresentazione di qualità e di fatti sovrannaturali. Molti guerrieri hanno una forza straordinaria; alcuni sono invulnerabili e hanno cavalli, armi, scudi «qual non si vede in questa mortal marca». In fondo questo è un meraviglioso superficiale e di effetti limitati: finisce per essere un sottinteso; a lungo andare ci si abitua e quasi non ci si bada più.

Altri prodigi puramente esteriori lasciano deboli tracce nella nostra fantasia. Vi destano invece una commozione incantevole quelli che sono come la trasfigurazione di certe piaghe recondite della nostra vita interiore. L'Ariosto profondo è qui, in queste invenzioni che paiono senza pensiero e sono come veli che fluttuano e dileguano al sole. Chi saprà dire quali ore di contemplazione, quale errabonda alternativa di sensazioni di riflessioni e di fantasie sul fascino della donna e dell'amore, sugli occulti richiami dalle bellezze del paesaggio alle promesse delle forme femminili saranno confluite dall'esperienza terrena di Ludovico mentre scriveva i canti di Alcina? Poiché sotto quelle pagine magiche risplende l'umana seduzione delle forme e dei sensi; come negli andirivieni ingannevoli del palazzo di Atlante assume l'aspetto di magica favola l'umano atteggiamento della fantasia che raggiunge e smarrisce e ritrova le immagini del cuore; come nel labirinto del poema, dove il caso trascorre bizzarro e inafferrabile, si rivela - per eventi d'incomparabile varietà e d'incomparabile armonia - quel bisogno che è in quasi tutti modesto di pascere la fantasia nei più diversi campi, ed era nell'Ariosto il fondamento della sua intima vita.

Nel perpetuo incontrarsi e divagar degli eventi del Furioso ci sembra di sentire il ritmo della nostra fantasia; nella favola di Alcina ci sembra di veder lo specchio delle sensazioni che l'incatenano e l'addormentano; in quella di Atlante il mito dei suoi vagabondaggi alterni dalla realtà al sogno; in quella della luna il significato ultimo di questa nostra facoltà che toglie alla terra linee e peso e disperde in un sorriso indefinito le sue necessità, le sue leggi, la sua apparente sapienza.

Quando s'è ben capito il significato della musica mutevole del poema e la capacità suggestiva di queste tre invenzioni, s'è anche capito che l'Ariosto è un poeta profondo, ma in un senso diverso dal comune. Non è il poeta di quelle esigenze morali così austere che si confondono con la fede: e anche quando tocca queste corde, ne ricava un suono affettuoso che ispira simpatia ma non venerazione. È il poeta di una sfera istintiva, del sentimento ingenuo, della fantasia che corre e s'incanta.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.