• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Commenti ad Abacuc e Abdia


Città Nuova
€ 24,00
€ 22,80 Risparmia 5%
Quantità

introduzione, traduzione e note a cura di Marco Tullio Messina.
pp. 220, Roma
data stampa: 2012
codice isbn: 978883118223

Il commento ad Abacuc fu composto tra il 389 e il 392 ed è dedicato a Cromazio, vescovo di Aquileia. Il profeta, secondo Girolamo, si rivolge contro Nabucodonosor, re dei Caldei. Tuttavia Abacuc in senso generale si riferisce anche ai peccatori che prosperano. Inoltre, è avanzata una lettura spirituale: Nabucodonosor è il diavolo e i Caldei sono i suoi seguaci, ovvero i demoni o gli eretici.
Il commento ad Abdia fu composto verso la fine del 396 ed è dedicato a Pammachio. Girolamo spiega il contesto storico: la profezia è pronunciata contro Edom. Tuttavia egli propone una lettura spirituale: gli Idumei che aggrediscono gli Israeliti alludono agli eretici che insidiano i credenti e li spingono a uscire dalla Chiesa.
Nei due commenti, seppure in misure diverse, Girolamo ricorre al suo repertorio esegetico consueto che combina la letteratura patristica, la cultura classica profana e la tradizione giudaica. L'esegesi è condotta su un doppio livello, l'uno storico-letterale e l'altro spirituale. Nel corso del suo esame Girolamo confronta la propria versione dall'ebraico e quella dei Settanta, facendo uso anche degli Hexapla origeniani.

Marco Tullio Messina, autore del saggio L'autorità delle citazioni virgiliane nelle opere esegetiche di San Girolamo, Atti della Accademia dei Lincei (Memorie, serie X volume XVI - fascicolo 4), Roma 2003, ha curato per Città Nuova anche le traduzioni del Commento a Osea (2006) e del Commento ad Aggeo e a Gioele (2010).

I Padri costituiscono ancora oggi un indispensabile punto di riferimento per l'esperienza cristiana.
Testimoni profondi e autorevoli della più immediata tradizione apostolica, per la partecipazione diretta alla vita della comunità cristiana, in loro la tematica pastorale è ricchissima, lo sviluppo del dogma illuminato da un particolare carisma, la comprensione delle Scritture guidata dallo Spirito. La penetrazione del messaggio cristiano nel contesto socio-culturale della loro epoca, imponendo la trattazione di problemi i più vari e scottanti, porta in loro alla indicazione di soluzioni che si rivelano per noi straordinariamente attuali.
Di qui, il "ritorno ai Padri», con una iniziativa editoriale che cogliesse le esigenze più vive, e talvolta anche più dolorose, in cui si dibatte la comunità cristiana di oggi, illuminandole alla luce delle prospettive e delle soluzioni che i Padri offrirono alle loro comunità. Il che può, oltretutto, costituire un criterio di certezza, in un momento in cui forme di malinteso pluralismo possono ingenerare dubbi e incertezze nell'affrontare vitali problemi.
La collana, fondata da A. Quacquarelli e diretta da C. Moreschini, prof. ordinario nell'Università di Pisa, è curata da docenti qualificati e specializzati nelle singole opere, che in una prosa piana e moderna traducono tutta la spontaneità con cui i Padri scrivevano.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.