Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Il Libano Contemporaneo

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Storia e società

Jaca Book
€ 22,00
Quantità

traduzione dal francese di Lidia Campagnano
pp. XII-368, Milano
data stampa: 2006
codice isbn: 978881640728

La storia del Libano contemporaneo, piccolo paese chiave del Medio Oriente che da tre secoli subisce la cupidigia delle potenze locali e internazionali, è poco conosciuta. Fin troppo spesso è stata scritta in funzione della geopolitica internazionale, impedendo peraltro di circoscrivere la complessa realtà di questa società, contraddistinta da tredici secoli dall'interpenetrazione di islam e cristianesimo. Da qui nascono molti stereotipi, sfruttati per incalzare quella smania distruttiva che, tra il 1975 e il 1990, si è impadronita del paese, impigliato negli orrori del conflitto arabo-israeliano e della guerra fredda. Da «Svizzera del Medio Oriente», il Libano è diventato allora una sorta di archetipo delle situazioni di frammentazione e comunitarizzazione di una società.

Ripercorrendo questi archetipi a ritroso, il libro tenta di sbrogliare la matassa aggrovigliata della storia del Libano, a partire dalla sua apertura all'Europa, nel XVII secolo, fino agli inizi del XXI secolo. Georges Corm ha cercato di fornire le chiavi di lettura degli eventi e dei comportamenti degli attori di questa storia, al fine di andare oltre quei luoghi comuni che non fanno altro che porre l'accento sulle comunità e la loro diversità o sui loro divergenti sviluppi. Ampliando e aggiornando la sua opera precedente, Corm invita a riflettere sui fenomeni comunitari, analizzando il complesso gioco di fattori endogeni ed esogeni all'interno dell'evoluzione storica del paese. La storia del Libano si fa allora intelligibile ed «esemplificativa» del malessere che affligge il Medio Oriente e i Balcani.

Indice:

INDICE


Avvertenza


Prefazione


Introduzione PRESENTAZIONE DEL PAESE


La geografia


La popolazione


L'organizzazione politica e amministrativa


Origine e radicamento delle comunità religiose

Le comunità cristiane


Le comunità musulmane


Parte prima PRIMA DELL'INDIPENDENZA: UNA STORIA RICCA E COMPLESSA

Capitolo primo UNA STORIA ESEMPLARE


I discorsi dei Libanesi su se stessi

Un'identità lacerata e paradossale

Uno stato inconsistente, un popolo-spugna


Che cosa sono le comunità libanesi?

Il comunitarismo, un prodotto della modernità


Crisi identitarie ed esemplarità del caso libanese

Libano crocevia e ponte o Libano microcosmo dell'Impero ottomano

La persistenza degli stereotipi

Capitolo secondo LA COMPLESSITÀ DELLA STORIA LIBANESE


Storia del Libano, ovvero storia delle comunità religiose

Storia del Monte Libano, ovvero storia del Grande Libano, ovvero storia delle grandi famiglie

La montagna contro le città?

Il sogno della Grande Siria

Il peso delle grandi famiglie

Comunità religiosa e potere politico

Le dinamiche di potere all'interno delle comunità


Le comunità libanesi sono etnie?

Il Libano e il problema della successione all'Impero ottomano

I vicoli ciechi nella riforma dell'Impero: laicità e confessionalismo nel contesto coloniale

Capitolo terzo DALL'EMIRATO DEL MONTE LIBANO ALLA FONDAZIONE DEL GRANDE LIBANO

Nascita e affermazione dell'emirato libanese (dal XVII al XIX secolo)

Le ascendenze storiche prima della nascita dell'emirato


La simbiosi delle comunità fondamento dell'entità libanese

La crisi degli anni 1840-1860: dal feudalesimo al confessionalismo

Il Piccolo Libano, ovvero l'entità «tenuta insieme con lo spago» (1861-1920)

La vita politica libanese sotto il mandato francese (1920-1943 )

L'istituzionalizzazione del comunitarismo sotto il mandato 

Parte seconda 1943-1990: L'IMPOSSIBILE INDIPENDENZA?

Capitolo quarto 1943-1975: GLI ELEMENTI DI PARALISI DELLA SOCIETÀ DELL'INDIPENDENZA E LA DEFLAGRAZIONE COMUNITARIA


Il Patto nazionale, ovvero la consacrazione del Grande Libano

Il chehabismo, ovvero il mancato superamento del Patto nazionale

Il piano di ricostruzione dell'economia libanese del 1945

I tentativi di ricostruzione e di riforma dopo gli avvenimenti del 1958

Gli accordi del Cairo e la disintegrazione dello Stato


La patetica impotenza maronita

L'esplosione delle violenze comunitarie malgrado i progressi della laicità

Capitolo quinto 1975-1990: LE GRANDI TAPPE DELLA GESTIONE DELLA CRISI LIBANESE


1975-1982: dalla gestione siro-americana alla gestione israeloamericana della crisi

Le cause del fallimento della Forza multinazionale


Le conferenze di Ginevra e di Losanna (novembre 1983-marzo 1984) e l'accordo tripartito di Damasco (dicembre 1985)

La scadenza presidenziale del 1988 e l'aggravarsi della deflagrazione

I governi illegittimi del Libano

La guerra di liberazione del generale Aoun


Ottobre 1989: gli accordi di Ta'if

La guerra del Golfo mette fine alla crisi libanese

Le funzioni geopolitiche dell'entità libanese: un gioco internazionale e regionale a somma zero

Capitolo sesto I FATTORI REGIONALI NELLA DEFLAGRAZIONE DEL LIBANO


Le metamorfosi del nazionalismo arabo

La Nahda, movimento fondatore

La nascita della Lega araba e la radicalizzazione nazionalista

Il crollo del vecchio ordine

L'influenza israeliana sull'instabilità del Vicino Oriente

Gli effetti della scelta sionista per la segregazione

Il ricorso alla forza come scelta esclusiva

Il sogno di una balcanizzazione del Vicino Oriente


Israele e l'atomizzazione del mondo arabo

Le premesse dell' atomizzazione del Libano

Lo sviluppo dell'integrismo islamico e la ricchezza petrolifera

Le influenze straniere

Capitolo settimo I FATTORI COMUNITARI NELLA DEFLAGRAZIONE DEL LIBANO


Il fattore economico: i maroniti, una comunità-classe?

I maroniti: classe borghese nella formazione sociale libanese?

Una piramide sociale diversificata e instabile

Guerra all'interno delle comunità, guerra tra comunità


L'indebolimento della comunità maronita

Le rivoluzioni a cascata nella comunità sciita

Gli sconvolgimenti interni alla comunità sunnita


L'immobilismo della comunità drusa

Le comunità cristiane e l'egemonia del Partito falangista

Capitolo ottavo NATURA, MECCANISMI E OBIETTIVI DELLA VIOLENZA MILIZIANA

Una guerra senza causa?

Una guerra senza volto

Voi avete il vostro Libano, io ho il mio Libano

La distruzione del tessuto comunitario

Caratteristiche del sistema miliziano

I diversi tipi di violenza esercitati dai miliziani


La costituzione di una base materiale e militare

Le forme della violenza e la costituzione dei ghetti comunitari

La distruzione sistematica della libertà di pensiero

Il disprezzo per lo Stato e per le istituzioni religiose


L'impossibile resistenza all' ordine miliziano

La paura fisica e i periodi di «isteria comunitaria»


Il rifiuto psicologico di riconoscere la nascita del totalitarismo nella società libanese

I movimenti d'opinione internazionali

Parte terza LE METAMORFOSI DELLA SECONDA REPUBBLICA

Capitolo nono INTRODUZIONE ALLA STORIA DELLA SECONDA REPUBBLICA

L'irresistibile ascesa di Rafiq Hariri

Le strane pratiche costituzionali della Seconda Repubblica

La repubblica degli scandali e del malgoverno

Il «neolibanismo» economico della Seconda Repubblica


Beirut o Dallas-sur-Mer: l'ambiguo sogno di una città-Stato

Capitolo decimo UN BILANCIO ECONOMICO DISASTROSO

Solidere, progetto «faro» dell' affarismo fondiario e finanziario della Seconda Repubblica

Il contesto storico della frenesia immobiliare libanese

Il progetto e le sue esorbitanti deroghe ai princìpi di legge


La costituzione del capitale e le fantasiose previsioni di utili


Lo scempio della capitale e i suoi esiti economici

La realtà del deperimento dello Stato e dell'economia

I punti di forza della Seconda Repubblica: il ristabilimento della sicurezza e la liberazione del Sud del Libano dall'occupazione israeliana

Capitolo undicesimo LA PARALISI DELLE ISTITUZIONI E LA RIFORMA ABORTITA DEL 1999-2000


Il sistema della troika e le rivalità tra il capo dello Stato e il primo ministro

La presenza siriana in Libano

La riforma abortita del governo El-Hoss

La situazione ereditata dagli «anni della ricostruzione»

Le misure di risanamento finanziario del governo El- Hoss


Altre misure di riforma

Il blocco della riforma

Il ritorno dell'ex primo ministro e il degrado della situazione

Capitolo dodicesimo LA RISOLUZIONE 1559 E IL RITORNO ALLA CONDIZIONE DI STATO CUSCINETTO


Il gioco della Francia e il fulmine a ciel sereno della risoluzione 1559

L'impossibile governo di unità nazionale

L'assassinio di Rafiq Hariri e le ambiguità della «primavera di Beirut»

L'inedito attivismo dell'ONU


Elezioni in un clima di tensione

La drammatica cecità della classe politica maronita

Conclusione USCIRE DAL CIRCOLO VIZIOSO E DALLA CONDIZIONE DI STATO CUSCINETTO?

Il mito della democrazia comunitaria

Come abbandonare il sistema comunitario?

Bibliografia

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.