Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Opere Minori

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x

Atmabodha - Daksinamurtistotra - Bhaja Govindam e altre

Asram Vidya
€ 10,00
Quantità

volume 2, a cura del Gruppo Kevala
pp. 206, Roma
data stampa: 1991
codice isbn: 978888540528

Il secondo volume dedicato alle Opere Minori di Srl Samkaracarya comprende otto scritti alcuni dei quali ritenuti fondamentali per la comprensione dell'Advaita Vedanta. Le opere sono corredate di una presentazione e di un ampio commento che chiariscono al lettore i passaggi essenziali; inoltre è stato inserito, come già nel primo volume, il testo sanscrito traslitterato di ciascuna opera. Atmabodha (La conoscenza del Sé), considerato la "quintessenza" del Vedanta, è un trattato basilare (prokarana) che ogni studioso del Vedanta dovrebbe conoscere e meditare ed è rivolto, in particolar modo, a coloro che hanno le qualificazioni richieste per conseguire l'integrale liberazione. In esso Samkara sottolinea come la Conoscenza-vidya sia il mezzo per eccellenza che può affrancarci dall'ignoranza-avidya. Daksinamurtistotra (Inno a Daksinamurti) è un inno di grande bellezza dedicato a Daksinamurti, o la Divinità del Sud, che nelle vesti di un giovane asceta, in meditazione all'ombra di un albero, trasmette in silenzio l'insegnamento. Bhaja Govindam (Contempla Govinda) è un inno dedicato a Krsna ed è uno dei più conosciuti poemi lirici del Maestro di Kalati. Tutta la composizione è uno stimolo a conseguire la realizzazione del Sé e non la semplice erudizione che non ci libera dal ciclo del samsara. Anatmasrivigarhana (II sacro spregio del non-Sé) è un'esortazione a prendere atto della futilità e della vanità di qualsiasi acquisizione o esperienza. L'autentica ricerca da compiere è quella relativa al Sé-atman, la sola che può donarci stabile "Compiutezza". Laghuvakyavrtti (Breve esposizione della sentenza) esamina mahavakya "lo sono Brahman"; questo mantra, se penetrato e "compreso" con l'intuizione superconscia (buddhi), può svelare e risvegliare la consapevolezza della nostra reale natura. L'opera è arricchita dal commento intitolato Puspanjali tikopeta (Offerta floreale) attribuito tradizionalmente a un discepolo di Samkara. Dasasloki (Inno in dieci versi) venne composto da Samkara in occasione del suo incontro con Govinda il quale gli pose la profonda domanda: «Chi sei?». Samkara rispose con questi dieci versi nei quali ribadisce la propria identità con l'assoluto Siva. Sivo 'ham (Sono Siva) è una breve composizione, conosciuta anche come Nirvanasatkam, nella quale Samkara, utilizzando alla maniera dei Saggi delle Upanisad la forma negativa, evidenzia l'identità con Siva che rappresenta la pura Coscienza. Jivanmuktanandalahari (L'oceano di beatitudine del Liberato vivente) descrive la condizione del Liberato, di colui che, pervenuto a svelare integralmente in sé la consapevolezza della Realtà non-duale senza abbandonare il corpo grossolano, è costantemente immerso in un "oceano di beatitudine" .

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.