Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Opere Minori - Vol 3

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Asram Vidya
€ 10,00
Quantità

a cura del Gruppo Kevala
pp. 178, Roma
data stampa: 1994
codice isbn: 978888540537

L'opera di Samkara, i suoi scritti e la sua azione, riveste per l'India, e non solo per l'India, una grandissima importanza. Egli ha dedicato la sua breve ma intensa vita (788-820) al nobile fine di "rivivificare", in un periodo di confusione e di crisi, la Tradizione vedica indicando il sentiero per la Liberazione (moksa), basato sulla Conoscenza, già prospettato nelle Upanisad. È stato il codificatore di una delle più ardite metafisiche che mente umana possa concepire: il Vedanta Advaita (non-duale). «Questa dottrina - scrive P. Martin-Dubost nel suo Samkara e il Vedanta - non viene a rivaleggiare con le altre scuole ortodosse ed eterodosse... ma le illumina dall'interno e mostra che una Verità unica polarizza tutto l'insieme... ». Questo terzo volume delle Opere Minori comprende, come i due precedenti, alcune composizioni, inedite in italiano, che sono importanti ai fini della comprensione del Vedanta Advaita. A tale riguardo è da tener presente che queste opere sono definite "minori" solo in riferimento all'ampiezza: infatti il loro contenuto filosofico, la bellezza e l'incisività dei sutra eguagliano i testi "maggiori" . Pratahsmaranastotram (Inno da recitare al mattino) invita a consacrare la mente, la parola e il corpo al Sé; l'alba è vista come il simbolo esteriore di un risveglio interiore. Sadacara (La via dell'Essere) riguarda l'etica, ovvero lo stile di vita, di colui che aspira a svelare la Realtà assoluta. Dasaslokistuti (Inno di lode in dieci versi) è una meditazione sul mahavakya "lo sono Brahman" tramite cui il jiva può realizzare l'assoluto Brahman. Yatipancakam (Cinque versi sull' Asceta) fornisce la definizione tradizionale del vero Asceta ovvero di colui che «è nel mondo ma non è del mondo». Sivapancaksaram (La quintuplice realizzazione di Siva) riassume i princìpi della dottrina di Samkara: la sola Realtà è Siva-Brahman, il mondo è fenomeno-maya, il jiva non è altri che Brahman stesso: lo sono Quello. Manisapancakam (La quintuplice convinzione) illustra l'incontro di Samkara con Siva sotto forma di un candala e di come Siva lo "risvegli" alla realtà della non-differenza assoluta delle cose a livello del sat-cit-ananda. Dhanyastakam (Otto versi sui Beati) espone lo stato di colui che ha conseguito la Realizzazione: i veri Realizzati sono coloro che si sono fermamente stabiliti nella contemplazione del Sé. Upadesapancaratnam (La quintuplice gemma dell'Istruzione) è un compendio dei princìpi che un vero aspirante alla Liberazione dovrebbe seguire naturalmente. Brahmajnanavali (Il canto della conoscenza di Brahman) propone alcuni semi di meditazione da risuonare e assorbire coscienzialmente. A tale scopo, alla fine di ogni sutra, viene ripetuta l'affermazione dell'identità del Sé con Brahman. I sutra-aforismi delle opere, di cui viene riportato il testo sanscrito traslitterato, sono accompagnati da note esplicative che riguardano l'aspetto conoscitivo e realizzativo dell'Insegnamento; esse costituiscono per il lettore uno stimolo per l'attuazione di quanto viene esposto. Per un accostamento alla Metafisica del Vedanta Advaita si rimanda il lettore alle opere di Raphael, in particolare a Il Sentiero della Non-dualità ed Essenza e scopo dello Yoga.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.