Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


La Politica Religiosa di Giuliano l'Apostata


Pagina
€ 11,00
Quantità

introduzione e note di Arcangela Tedeschi, con una nota di Luciano Canfora
pp. VI-100, Bari
data stampa: 2007
codice isbn: 978887470032

Per quanto attiene alla cultura italiana, il saggio di Coppola si inseriva nella fioritura di studi, generali o speciali, su Giuliano, che nel primo trentennio del Novecento si era venuta diffondendo anche nel nostro Paese. Solo per limitarci ai titoli più significativi, ricordiamo, in primis, la monografia di Gaetano Negri (1838-1902), apparsa nel 1901, che si segnalò come il primo importante lavoro italiano sulla figura e l'opera dell'Apostata, marcando, dopo anni di ritardo, l'ingresso della nostra nazione in un ambito di ricerca fino a quel momento riservato quasi esclusivamente agli studiosi d'Oltralpe. Nel suo studio, programmaticamente condotto all'insegna dell'obiettività sebbene Negri non mancasse di stigmatizzare i vizi di un Cristianesimo che, già nel lV secolo, appariva corrotto -, l'Autore ricostruiva di Giuliano una immagine inconsueta e, per dir così, controcorrente, vedendo in lui non un reazionario, ma un riformatore religioso che, però, aveva fallito nella sua utopistica impresa di far rivivere l'Ellenismo, poiché, invece di restaurare il politeismo nella sua forma più autentica, aveva voluto riorganizzarlo secondo le regole morali e la disciplina del Cristianesimo, fondando, quindi - per usare le sue parole -, una sorta di «Paganesimo cristianizzato», ovvero «una Chiesa pagana ispirata all'esempio e ai precetti della Chiesa cristiana»·

Certo, non siamo in grado di stabilire se e quanto l'opera di Negri possa aver influito sul lavoro di Coppola, anche perché non vi è mai citata, neppure nella scarna nota bibliografica. Tuttavia sembra abbastanza evidente che Coppola si muova nel solco tracciato da Negri, mostrando di condividere per lo meno il punto cardine della sua tesi, là dove egli pure rappresenta Giuliano come inventore «di una nuova religione che non era né cristiana né pagana» (p. 36) ovvero come riformatore della Chiesa pagana «che giunge fino a copiare in molti particolari la cristiana». Non si può non citare, inoltre, il saggio di Augusto Rostagni (1892-1961), che lo stesso Coppola giudicava di grande interesse e giustamente apprezzato dalla critica «per la novità e originalità di vedute».

Indice:

Indice


Nota di Luciano Canfora


Introduzione di Arcangela Tedeschi


1. Ammireremo sempre la grandiosa figura di questo sventurato imperatore


2. Giuliano nel primo Novecento


3. Il segno di una svolta


4. Uno scritto propagandistico


5. Giuliano, riformatore politico e religioso


6. Una concezione totalitaria dell'Impero


7. Il Giuliano di Coppola


La politica religiosa di Giuliano l'Apostata


Parte prima


1. Rivoluzionare lo stato


2. La riforma scolastica


Parte seconda


1. Una chiesa pagana


2. Una morte annunciata


Appendice documentaria


Indice dei nomi

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.